Voto Formigoni per un bene maggiore, non come male minore

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Si dice, certe volte giustamente, vado a votare turandomi il naso, citando Montanelli, oppure voto quel tal candidato come male minore.

Io invece dico: voto Formigoni per un bene maggiore, nel senso che l’esperienza di questi decenni mi ha dimostrato che sicuramente per le persone, per le famiglie, per le imprese, in una parola per il “bene comune” della Lombardia, è conveniente votare Roberto Formigoni.

Sono state fatte in questi anni, leggi, e sono stati realizzati progetti che hanno dato una mano al tessuto vivo della società, alle piccole imprese, che rappresentano la ricchezza della nostra regione, realizzando quella sussidiarietà, che è la dimostrazione che solo l’apporto della società civile rende la politica non autoreferenziale.

Le scuole, pubbliche, statali e non statali, hanno beneficiato di una attenzione particolare, per cui davvero nella nostra regione si sta attuando (si pensi all’istruzione e formazione professionale) un progetto di scuola più vicino alla realtà del lavoro, più disponibile ad essere valutato dall’esterno (si pensi alle prove regionali per la qualifica triennale e per il quarto anno), si è concepita la figura del valutatore indipendente, si è creato un sistema che vede non la contrapposizione, ma la complementarietà di statale e di non statale, si è valorizzato il merito.

La stessa cosa è avvenuta nel campo della sanità, e in quello assistenziale.

Le ultime iniziative del Bando Famiglia sono la dimostrazione della particolare attenzione della Regione Lombardia a sostegno del nucleo fondamentale della società.

Vorrei fare un ultimo accenno alla Dote Lauree Deboli, ultima dimostrazione di come la Regione Lombardia sia attenta ai giovani.

Tutto ciò non sarebbe stato possibile con una differente maggioranza (e non è mai stato possibile fino a che in Lombardia c’è stata una maggioranza di centro-sinistra), non fosse altro che per la estrema diversità di vedute nel campo della sussidiarietà e nel campo sociale, che caratterizza lo schieramento del centro-sinistra.

Per questo, pur stimando personalmente il candidato dell’altra coalizione, voto e invito a votare Formigoni per un bene maggiore, e ringrazio chi ha permesso che non prevalessero i tremendi giochi di potere. Come dimostrato, infatti dall’immagine qui sotto, le firme della lista del centro-sinistra viziate dalle stesse identiche imperfezioni formali, sono state dichiarate accettate, mentre quelle del centro-destra annullate. Poi dicono che la giustizia è uguale per tutti!!!!

Luigi Gaudio

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: