Wolfango Amedeo


di Maria Paola viale

Wolfango Amedeo
Wolfango Amedeo
A Salisburgo
antica città
c’era una mamma
e c’era un papà.
Ebbero un bimbo.
Che strano il suo pianto:
più che un lamento
sembrava un bel canto.

Wolfango Amedeo
Wolfango Amedeo

 

Babbo Leopoldo
è un buon musicista,
in casa capì
che era nato un artista
e tanta musica
come poté
insegnò subito
al suo bebè

Wolfango Amedeo
che bravo che era,
a soli tre anni
seduto alla tastiera,
a quattro suonava
in modo perfetto,
a cinque compose
il primo minuetto.

Wolfango Amedeo
diceva il suo papà
è un vero portento
un genio sarà.
E a soli sei anni
il bimbo iniziò
a fare concerti
e ognuno l’ammirò.

Lalla lalla la la la la la.
Lalla lalla la la la la la.

Lui quasi aveva
la mia stessa età
e andò a suonare
in parecchie città:
Monaco, Vienna,
Parigi e Lione
in tutta Europa
un gran successone!

Era una musica
che trascinava,
che commuoveva,
che rallegrava.
Perfetta tecnica,
gran fantasia,
un suono limpido.

Che musica! Che musica!
Un dolce brivido.
Che musica! Che musica!
Un tocco magico.
Che musica! Che musica!
Che poesia!
Che poesia!

Wolfango Amedeo.
Wolfango Amedeo.
Wolfango Amedeo,
magnifico autore
non sbagli una nota,
fai battere il cuore.

Per ogni strumento
un canto componi,
a chi ti ascolta
regali emozioni.
 


Wolfango Amedeo
dai fatti narrati
due secoli e mezzo
già sono passati,
dal mondo tu sei
ormai volato via
però ci hai lasciato
un mare di armonia.

La la la la lalla la la la.
La la la la lalla la la la.

Wolfango Amedeo.
Wolfango Amedeo.
Wolfango Amedeo,
che gran musicista.

Wolfango Amedeo,
che splendido artista.
Per ogni strumento
un canto componi,
a chi ti ascolta
regali emozioni.

Wolfango Amedeo
dai fatti narrati
due secoli e mezzo
già sono passati.
Dal mondo tu sei
ormai volato via
però ci hai lasciato
un mare di armonia.

Due secoli e mezzo
son tanti ma poi
Wolfango Amedeo
ancora sei con noi
Wolfango Amedeo.

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria