Chi ha distrutto la scuola? L’inconsistente punto di vista di Ernesto Galli della Loggia