Abete bianco

Sharing is caring!


di Maria Paola Viale

Nome volgare: Abete bianco

Nome scientifico: Abies alba

Habitat: diffuso in tutto l’arco alpino, specialmente in quello orientale. Attualmente sugli Appennini, se si eccettuano le abetine di origine artificiale, e ridotto a pochi nuclei sparsi nelle zone montane della Liguria,dell’Abruzzo, del Molise e della Calabria.  

 

 

Fusto: albero sempreverde. Può raggiungere dimensioni molto rilevanti.Fusto diritto e chioma conica più o meno espansa che tende a slargarsi in punta (a “nido di cicogna”) negli esemplari adulti. Corteccia liscia di color grigio chiaro o cenerino negli esemplari più giovani. 

Foglie: aghi spessi,flessibili, smarginati all’apice, disposti su due file di color verde lucido sopra e argentei sotto.Rametti coperti di color bruno-pallido.

 

 

Impieghi: importante pianta da legno.Coltivato per vari usi:per fabbricare mobili, per uso tintorio, medicinale, ecc.. 

Propagazione: per seme ( autunno o primavera ). Per talea solo per la produzione di piante ornamentali.

 

da “La flora del Bosco Ceriana (Imperia)” di Maria Paola Viale

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria

shares