Aggettivi prima classe


di Luca Manzoni

GLI AGGETTIVI DELLA I CLASSE

 

Gli aggettivi della prima classe presentano tre desinenze, una per ciascun genere grammaticale.

 

Essi possono essere classificati in tre modelli:

 

1.       – US ( m ), –A ( f ), –UM ( n )       = bon.us, bon.a, bon.um

2.      –ER (m ), –ERA ( f), –ERUM ( n ) = miser, miser.a, miser.um

3.      –ER( m ), –RA ( f ), –RUM ( n )     = piger, pigr.a, pigr.um

 

Questi modelli seguono la flessione dei sostantivi della I e II declinazione nominale.

 

 

SINGOLARE

 

PLURALE

M

F

N

M

F

N

N

BON. US 

= buono

 

BON.  A

=buona

BON. UM

= buona cosa

 

BON. I

= buoni

BON.AE

= buone

BON. A

= buone cose

G

BON. I

BON.AE

BON.I

BON. ÅŒRUM

BON.Ä€RUM

BON.ÅŒRUM

DAT

BON. O

 

BON.AE

 

BON.O

 

BON. IS

 

BON. IS

 

BON. IS

 

ACC

BON. UM

BON.AM

 

BON. UM

BON. OS

BON. AS

BON. A

V

BON .E   

 

BON. A

 

BON. UM

 

BON. I

 

BON. AE

 

BON. A

 

ABL

BON. O

 

BON. Ā

 

BON. O

 

BON . IS

 

BON. IS

 

BON. IS

 

 

SINGOLARE

 

PLURALE

M

F

N

M

F

N

N

MIS.ER 

= misero

MISER.  A

=misera

MISER. UM

= misera cosa

MISER. I

= miseri

MISER.AE

= misere

MISER. A

= misere cose

G

MISER. I

MISER.AE

MISER.I

MISER. ÅŒRUM

MISER.Ä€RUM

MISER.ÅŒRUM

DAT

MISER. O

 

MISER.AE

 

MISER.O

 

MISER. IS

 

MISER. IS

 

MISER. IS

 

ACC

MISER.UM

MISER.AM

 

MISER. UM

 

MISER. OS

 

MISER. AS

 

MISER. A

 

V

MISER   

 

MISER. A

 

MISER. UM

 

MISER. I

 

MISER. AE

 

MISER. A

 

ABL

MISER. O

 

MISER. Ā

 

MISER. O

 

MISER . IS

 

MISER. IS

 

MISER. IS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SINGOLARE

 

PLURALE

M

F

N

M

F

N

N

PIG.ER 

= pigro

PIGR.  A

=pigra

PIGR. UM

= cosa pigra

PIGR. I

= teneri

PIGR.AE

= tenere

PIGR. A

= tenere cose

G

PIGR. I

PIGR.AE

PIGR.I

PIGR. ÅŒRUM

PIGR.Ä€RUM

PIGR.ÅŒRUM

DAT

PIGR. O

 

PIGR.AE

 

PIGR.O

 

PIGR. IS

 

PIGR. IS

 

PIGR. IS

 

ACC

PIGR. UM

PIGR.AM

 

PIGR. UM

 

PIGR. OS

 

PIGR. AS

 

PIGR. A

 

V

PIGER

PIGR. A

 

PIGR. UM

 

PIGR. I

 

PIGR. AE

 

PIGR. A

 

ABL

PIGR. O

 

PIGR. Ā

 

PIGR. O

 

PIGR . IS

 

PIGR. IS

 

PIGR. IS

 

 

► La  CONCORDANZA

 

In latino esistono tre tipi di concordanza:

 

1.   Concordanza  SOSTANTIVO – AGGETTIVO ( > funzione di attributo / predicativo )

2.   Concordanza  SOSTANTIVO – SOSTANTIVO ( > funzione di apposizione / denominazione )

 

1.a)  La CONCORDANZA  SOSTANTIVO – AGGETTIVO

 

L’aggettivo in latino, sia in funzione di attributo sia di predicativo, deve sempre concordare in CASO/ GENERE  / NUMERO col sostantivo cui si riferisce.

 

La concordanza non significa necessariamente identità di desinenze, cioè la desinenze dell’aggettivo non deve essere necessariamente uguale a quella del sostantivo ! 

La concordanza consiste invece in una identità di CASO / GENERE / NUMERO (  C/G / N ), per cui le desinenze del sostantivo e dell’aggettivo possono essere differenti.

 

Il punto di riferimento per stabilire la concordanza è il SOSTANTIVO ( dal latino: substantivum = sostanza”), con il quale l’aggettivo deve concordarsi ( = adattarsi / adeguarsi ), appunto, in C / G / N.

 

Dunque la prima domanda che bisogna chiedere ad un sostantivo è:

 

DI QUALE GENERE SEI ???

 

Ricordiamo che, in latino, salvo alcune tendenze d’uso, non vi sono regole fisse per stabilire il genere di un sostantivo: quindi biosogna sempre CERCARE SUL VOCABOLARIO il genere del sostantivo in esame.

Per esempio,  il sostantivo AGRICOL.A, -AE = contadino ( nome di professione ) è di genere MASCHILE, mentre PIN.US, -I = pino ( nome di pianta ) è femminile.

 

Voglio concordare al sostantivo NAUT.A, -AE  l’aggettivo PERITUS, -A, -UM; invece, al sostantivo PIN.US, .I voglio concordare l’aggettivo ALT.US, -A, -UM.

 

Come fare: applico la regola della concordanza tra sostantovo- aggettivo:

L’aggettivo deve sempre concordare in C / G / N col sostantivo cui si rifersice.”

 

Scrivo per primo il sostantivo, poi l’aggettivo:

  
 

NAUT.A     PERIT.US         = il contadino esperto     //      PIN.US    ALT.A  = il pino alto           

RIASSUMENDO:

 

CONCORDANZA NON SIGNIFICA NECESSARIAMENTE AVERE LA STESSA DESINENZA !!!

 

Questo non significa necessariamente che anche le desinenze devono essere identiche!

 

Per esempio, sappiamo che la I declinazione comprende anche sostantivi maschili in – A =

( NAUT.A, -AE ): se dobbiamo dire in latino, IL MARINAIO ESPERTO“,  ( PERĪTUS, -A, -UM ) dobbiamo quindi procedere in questo modo:

 

1. Verifico sul Vocabolario il GENERE del sostantivo ( naut.a, -ae = MASCHILE );

 

2. Analizzo CASO e NUMERO in cui devo esprimere il sintagma ( per esempio: SOGG = NOMINATIVO )

 

3. Concordo il sostantivo con la forma di AGGETTIVO CONCORDANTE IN CASO / GENERE / 

NUMERO.