Analisi della poesia Alle fronde dei salici di Quasimodo

Sharing is caring!

Analisi del testo – Compito di Italiano

ALLE FRONDE DEI SALICI di SALVATORE QUASIMODO fa parte della raccolta poetica Giorno dopo giorno pubblicata nel 1947. In essa si riecheggia il salmo 136 della bibbia, in cui gli ebrei lamentano l’esilio in Babilonia: “Sospenderemo ai salici le nostre cetre…come potremmo cantare in terra straniera?”.

ALLE FRONDE DEI SALICI

  1. E come potevamo noi cantare
  2. con il piede straniero sopra il cuore,
  3. fra i morti abbandonati nelle piazze
  4. sull’erba dura di ghiaccio al lamento
  5. d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero
  6. della madre che andava incontro al figlio
  7. crocifisso sul palo del telegrafo?
  8. Alle fronde dei salici, per voto,
  9. anche le nostre cetre erano appese,
  10. oscillavano lievi al triste vento

Rispondi alle seguenti domande:

Comprensione del testo:

1. La poesia è separata in due periodi: riformula con parole tue il contenuto dei due periodi

Analisi e interpretazione:

2.1 Quali versi usa il poeta? Che tipo di spiegazione puoi dare a tale scelta?

2.2 Oltre al riferimento al titolo, compaiono altri simboli sacri o biblici nella poesia?

2.3 Quali artifici retorici utilizza il poeta e per quale scopo?

Approfondimenti:

3.1 A quali avvenimenti storici fa riferimento la lirica?

3.2 Vi sono analogie, o differenze, tra la poesia di Quasimodo ed altri testi che riguardano quel periodo storico?

Audio Lezioni sulla Letteratura del novecento del prof. Gaudio

Ascolta “Letteratura del novecento” su Spreaker.

shares