Bonus per PC e internet: requisiti e come richiederlo

Si stima che in Italia siano oltre 2 milioni di famiglie quelle che non hanno accesso a una connessione veloce ed è per abbattere questo digital divide che il Mise ha previsto di erogare un contributo a tutte quelle famiglie che ne hanno diritto e bisogno per aumentare la connettività in un momento dove lo smart working e la DAD sono all’ordine del giorno.

Per poter accedere al bonus per PC e internet esistono dei prerequisiti di accesso e molte persone trovano difficile capire come sia possibile richiederlo, in cosa consiste e fino a quando richiederlo, ogni punto diverrà molto più chiaro continuando a leggere e si scoprirà che potervi accedere è davvero semplice e facile ma che comunque bisogna affrettarsi per rientrare nelle scadenze.

Cos’è e come funziona

Il bonus PC è uno sconto che lo Stato italiano ha deciso di destinare a tutte le famiglie con una scarsa digitalizzazione, prevede uno sconto fino 500 euro per le famiglie che ne abbiano i requisiti. Il bonus è spendibile per dotarsi di una connessione ultraveloce e di un dispositivo di navigazione quale un PC o un tablet. Il bonus presentato a maggio 2020 vede stanziati 204 milioni di euro e può essere richiesto fino a esaurimento scorte.

Nato per aiutare tutti coloro che nella situazione attuale hanno bisogno di una connettività a banda larga per lo smart working o per la didattica a distanza. È bene tener presente che può essere richiesto un solo contributo per nucleo familiare.

Requisiti per ottenere il bonus

Per poter accedere al bonus PC e internet ogni nucleo familiare deve dimostrare di averne i requisiti e deve sottostare ad alcune regole di base che riguardano sia la connettività che l’uso del bonus.

  • Il bonus è valido per le famiglie che abbiano un ISEE uguale o inferiore ai 20 mila euro (per maggiori info su come fare l’ISEE chiedere all’assistenza INPS);
  • Il pc o il dispositivo mobile non può essere acquisito in maniera autonoma dalla linea internet.
  • Il contratto internet stipulato e valido per accedere al bonus non può essere inferiore ai 12 In questo caso la compagnia telefonica se non è stato espressamente dichiarato dal contribuente dovrà prevedere la cessazione del contratto dopo i 12 mesi cos’ che la famiglia non si trovi a pagare di più di quanto preventivato.
  • È valido per coloro che non hanno connessione o hanno una connessione definibile come lenta. Nello specifico coloro che non hanno connessione o hanno una connessione lenta devono sottoscrivere un contratto internet con una velocità di connettività pari ai 30Mbit/s e 15Mbit/s in

Come richiederlo

Questo bonus non è erogabile direttamente al contribuente come gli altri preventivati all’interno del Decreto Rilancio. Per averlo bisognerà stipulare un contratto con una compagnia telefonica e farne esplicita richiesta in fase di stipulazione del contratto.

Sarà lo stesso operatore di telefonia a dialogare con la società incaricata Infratel Italia controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico. Per richiedere il bonus basterà quindi recarsi presso l’operatore di telefonia con il quale si intende accedere all’offerta e dichiararlo prima della stipula del contratto.

È bene ricordare che per richiedere il voucher bisognerà fornire all’operatore un’autodichiarazione che attesti la sussistenza di tutti i requisiti per accedere al bonus PC e internet.

Le scadenze

Per poter accedere al bonus fino a 500 euro esistono delle scadenze. Il bonus PC e internet ha preso l’avvio il 9 novembre 2020 mentre per la scadenza per la richiesta è quindi prevista per il 1° ottobre 2021.

Fino a quella data i contribuenti italiani con i requisiti potranno fare richiesta per accedere al bonus secondo il proprio livello di Isee, che non dovrà comunque essere superiore ai 20 mila euro. Il bonus verrà erogato comunque fino all’esaurimento dei fondi ed è per questo possibile che l’effettiva scadenza sia anticipata qualora tutte le famiglie che ne hanno diritto facessero richiesta.