Chi sceglie la tipologia D

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

TEMA DI ATTUALITÀ

 Metodo ed esempi per affrontare la prima prova dell’esame di stato – tipologia D

Una volta gli insegnanti erano molto diffidenti nei confronti degli alunni che sceglievano il tema di attualità. Erano i tempi del vecchio esame di maturità, quando erano presenti quattro tracce (tutti temi): uno di letteratura, uno di storia, uno di attualità ed uno specifico per ogni corso di studi. Allora era evidente che chi sceglieva il tema di attualità (ed erano comunque in tantissimi) non aveva studiato molto i programmi, altrimenti avrebbe forse fatto altre scelte. Vi ho detto questo perché è possibile che in alcuni insegnanti, magari a livello inconscio, sia rimasta un po’ di quella antica diffidenza. Adesso le cose sono cambiate di molto. Infatti chi sceglie la tipologia D fa una scelta forse più impegnativa di chi affronta la tipologia B, in cui sono previsti ambiti (soprattutto quello socio-economico, ma in parte anche quello tecnico-scientifico) in cui l’attualità è ben presente. Infatti chi sceglie la tipologia B ha dei documenti a disposizione, mentre chi affronta la tipologia D si trova davanti un tipico tema, con una traccia di qualche riga, e deve reperire le informazioni nella propria mente. È chiaro, quindi, che chi fa questa scelta ha una buona conoscenza dell’argomento, su cui è molto informato, e per il quale prevede di dilungarsi anche oltre le 4/5 colonne di foglio protocollo previste per la tipologia B. Insomma, se la traccia della tipologia D riguarda qualcosa in nostro possesso, cioè sulla quale abbiamo notizie, opinioni, testimonianze, esperienze originali da dire, allora vale la pena di affrontarla, altrimenti questo libro potrebbe rivelarsi utile anche per chi affronta la tipologia B, per la quale i documenti sono già presenti, ma vale sempre la pena dire qualcosa di originale.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: