Comprensione del testo

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Compito di italiano per scuola elementare

Nome________________________ Classe:___

Lalfabeto in sciopero

Un giorno l’alfabeto, che era sempre stato in ordine e ubbidiente, si ribellò.

Tutti scioperano, – disse – tutti protestano; perché non posso ribellarmi anch’io?”. Detto, fatto!

Le lettere si misero a ballare e a saltare come impazzite: LA corse dalla Z perché non ne poteva più di stare sempre al primo posto, di avere accanto la B che ogni tanto per metterle paura, faceva:”BUUM!!!”.

La N e la M si divisero: una andò al primo posto, l’altra all’ultimo. Insomma presto l’alfabeto si trovò nel più grande disordine. Figuratevi quello che successe a scuola! I ragazzi, a causa del disordine alfabetico, impiegarono ore ed ore per cercare la spiegazione dei vocaboli difficili e dovettero rinunciare a giocare. I maestri non poterono più scrivere gli elenchi degli alunni sui registri. Quanto agli uffici, i poveri archivisti avevano le mani nei capelli.

Allora l’alfabeto ebbe rimorso e pensò: Il nostro non è sciopero, ma disordine!”.

E così ogni lettera tornò al proprio posto.

Rispondi alle domande:

1)  Chi è il protagonista di questa storia?

2)  Che cosa decide di fare l’alfabeto?

3)  Che cosa succede a causa del disordine alfabetico?

4)  Come finisce la storia?

5)  Che cosa ci fa capire questa storiella?

di Maria Paola Viale

Pubblicità

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria

shares