Concorso Dirigenti; in diretta la correzione nominativa di tutti i candidati – di Luigi Gaudio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Il sottoscritto, escluso in una prova scritta di un lontano concorso per docenti per vizi procedurali assurdi, è quanto mai interessato alla correzione in diretta streaming della prova preselettiva del Concorso Dirigenti scolastici, che avverrà a partire da lunedì mattina 17 ottobre.

Riportiamo la notizia ufficiale, dal sito www.formez.it
Concorso presidi: il 17 ottobre al via la correzione delle prove –
Diretta streaming sul sito formezitalia.it.

Inizia lunedì 17 ottobre la correzione della prova preselettiva per il concorso indetto dal MIUR per dirigenti scolastici. La correzione del modulo a lettura ottica e l’abbinamento con il nominativo del candidato avverrà in diretta streaming, visibile sul sito formezitalia.it.
Ogni giorno, presso la sede Formez di Roma, alla presenza di rappresentanti del MIUR e delle commissioni regionali, si alterneranno due o più regioni. Compatibilmente con la disponibilità delle commissioni sul sito FormezItalia sarà pubblicato l’elenco delle regioni per le quali si procede alla correzione delle prove.
Come previsto dal bando, il punteggio minimo per il superamento della prova è di 80/100 risposte esatte. Chi avrà raggiunto e/o superato questa prova avrà accesso alle prove concorsuali che saranno gestite dal MIUR.

“Forse i docenti che ambiscono a diventare presidi sono più propensi a valutare che ad essere valutati – dice Secondo Amalfitano, presidente di Formez Italia, commentando le polemiche sulla procedura definita ‘vessatoria’ per tempi e modalità di svolgimento – In altri concorsi, gestiti direttamente da Formez (SSPA, Consiglio di Stato, Presidenza del Consiglio, Istat, Comune di Napoli) il tempo a disposizione era in media di 45’’ a quesito. Peraltro si tratta di ‘domande e risposte’ che i concorrenti conoscono bene, visto che sono stati pubblicati in precedenza, nel caso del MIUR addirittura con 41 giorni di anticipo rispetto alla data della prova. Il nostro metodo di concorso, oltre ad essere controllato da un ente terzo come la Commissione Interministeriale, di cui fanno parte i rappresentanti del Ministro dell’Innovazione e della PA, del Ministro dell’Economia e del Ministro dell’Interno, è stato di recente validato da uno studio condotto insieme alla SDA Bocconi di Milano, partendo da un’analisi comparativa su 10 casi internazionali di reclutamento e selezione del personale nel settore pubblico. Da qui emerge una procedura che ha assicurato 17 anni di concorsi pubblici per un totale di 800mila candidati selezionati, che ha abbattuto il contenzioso, ma soprattutto tempi e costi delle procedure, in nome della meritocrazia. Invitiamo tutti ad assistere on line alla nostra diretta video sulle operazioni di correzione delle prove”.
LEGGI LA LETTERA DI SECONDO AMALFITANO (IL MATTINO, 14 0ttobre 2011)
Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: