CONVENZIONI DI STAGE

La convenzione di stage è il documento che regola i rapporti tra l’azienda che ospita gli stagisti e l’istituzione scolastica; esso stabilisce che il rapporto di stage non può configurarsi in alcun modo come rapporto di lavoro. Nella convenzione, inoltre, vengono riportati i diritti e i doveri delle parti (istituzione scolastica, azienda, stagista) fra i quali, principalmente:
Per l’istituzione scolastica:

  • riconoscere e assicurarsi che il programma di stage dell’azienda proponente persegua finalità formative e che sia coerente con gli studi intrapresi dallo stagista;
  • garantire la copertura assicurativa contro gli infortuni sul lavoro e per responsabilità civile per tutta la durata del periodo di stage;
  • comunicare all’ispettorato del lavoro territorialmente competente e alle rappresentanze sindacali aziendali o, in mancanza, agli organismi locali delle confederazioni sindacali maggiormente rappresentative, l’avvio dello stage presso l’Azienda;
  • nominare un tutor  quale punto di riferimento per lo stagista, anche per gli aspetti organizzativi, per tutta la durata dello stage;
  • formalizzare lo stage a mezzo di un documento (cosiddetto “Progetto formativo e di orientamento”) contenente le modalità di svolgimento dello stage (durata e sede, contenuto e finalità, nominativo dei tutor), nonché quanto previsto nella convenzione in materia di copertura assicurativa;

PER L’AZIENDA:

  • concordare con l’ istituzione scolastica il programma di stage, che deve perseguire obiettivi didattici, di orientamento e di acquisizione di conoscenze del mondo produttivo anche al fine di agevolare le scelte professionali;
  • nominare un tutor aziendale quale punto di riferimento per lo stagista, al quale si rivolge e a cui risponde senza vincoli gerarchici per la parte organizzativa e formativa;
  • · compilare e consegnare allo stagista, al termine dello stage, una scheda di attestazione e valutazione dello stage fornita dall istituzione scolastica.

PER LO STAGISTA:

  • attenersi a quanto concordato con il tutor aziendale per quanto riguarda, orari, modalità e obiettivi dello stage (pur non essendo tenuto al rispetto degli orari di lavoro dei dipendenti);
  • rispettare le norme, le procedure e i regolamenti in uso compresi quelli relativi alla sicurezza e all’igiene sui luoghi di lavoro;
  • sottostare ai vincoli di segretezza per quanto attiene a prodotti, processi produttivi e ogni altra attività o caratteristica dell’Azienda di cui venisse a conoscenza durante lo stage;
  • redigere, alla fine dello stage, una relazione sull’attività svolta da consegnare all’ istituzione scolastica, unitamente alla scheda di valutazione ricevuta dall’Azienda. La consegna di questi due documenti è presupposto indispensabile per il riconoscimento del valore sostitutivo di un esame.