Corso di FrontPage

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Introduzione


 

Perché questo corso?

Distinzioni

Concetti fondamentali per l’utilizzo di Front Page

Potenzialità

Limitazioni

Compatibilità con Netscape e Ms Internet Explorer

 

Perché questo corso?

Questo corso intende offrire agli studenti la possibilità di diventare webmaster, cioè produttori e gestori di un sito web, o semplicemente di fare ipertesti con l’ HTML (Hyper Text Markup Language), un linguaggio che permette non solo che i nostri file siano visibili in internet, ma anche che siano visibili in un qualsiasi computer, in quanto ogni computer possiede un browser compatibile con l’HTML, qualsiasi sia il suo ambiente di lavoro (Windows, Mac, OS2, Linux, ecc…). Uno studente potrebbe anche decidere di fare una relazione, una ricerca, o una tesina con l’html.

 

Distinzioni

FILE: è un insieme di informazioni (byte) ed è dotato di un nome e di un estensione (es. htm, html, gif, jpg, jpeg)

PAGINA WEB: è un insieme di file, che rende visibile una pagina su internet

SITO: insieme di pagine web. In Frontpage non troverete mai la parola sito, ma la parola “web”. In altri termini in Frontpage web è sinonimo di sito. Esempio: “aprire un web” = “aprire la cartella del computer in cui si trova il tuo sito”

MOTORE DI RICERCA: è un sito particolare, che contiene uno strumento per ricercare altri siti su un determinato argomento, indicato dall’utente, tramite la digitazione all’interno di un form

PROVIDER offre all’utente la connessione a internet, gratuita o a pagamento

PORTALE: sito di una società che offre molti servizi all’utente, dal motore di ricerca alla connessione internet

SERVER WEB è un computer collegato a internet 24 ore al giorno, che ospita sul proprio disco rigido una serie di pagine web (ogni provider ne ha uno)

CLIENT è il computer dal quale ci connettiamo a internet

 

Concetti fondamentali per l’utilizzo di Front Page

LEGENDA:

FPE = FrontPage Editor

JS = JavaScript

VBS = Visual Basic Script

FrontPage 98 si divide in due componenti: FrontPage Explorer (che serve per gestire e pubblicare il web), e FrontPage Editor (quello che andremo ad analizzare). Per velocizzare la scrittura indicheremo con l’acronimo FPE il termine FrontPage Editor. Ovviamente le versioni successive (2000 e 2002) non hanno più questa distinzione, in quanto c’è una sola interfaccia che gestisce  la creazione, la gestione e la pubblicazione di un web.

FPE 98 è un prodotto semplice, grazie alla sua struttura ad oggetti volti a creare pagine Web in modo veloce e intuitivo. Il prodotto à adatto ai neofiti del Web publishing, ma anche agli esperti, che trovano in questo editor un ottimo strumento di publishing professionale. Anche se FPE facilita il lavoro degli utilizzatori, per la creazione di pagine complesse è sempre richiesto lintervento manuale sul codice sorgente. Per gli utenti inesperti ma esigenti è presente un wizard per la creazione di semplici script in JS o VBScript. Un altro strumento utile per la creazione di pagine Web è la possibilità di generare immagini a mappa direttamente da FPE.
FPE supporta lHTML dinamico e in particolare segnaliamo la presenza di librerie indirizzate proprio all’inserimento di effetti dinamici.

 

Potenzialità

FPE è uno strumento di sviluppo con ottime caratteristiche. La presenza del wizard per gli script, la possibilità di creare immagini a mappa, di creare pagine con frame fanno di questo programma uno degli strumenti di punta dello sviluppo siti. In FPE è presente una vasta raccolta di ClipArt sicuramente utili agli sviluppatori.
E’ possibile gestire il carattere come se si trattasse di un normale word processor; gestire le tabelle in modo trasparente creando strutture e layout complessi.
Se il server del tuo sito supporta le estensioni di FrontPage potrai inserire controlli avanzati, mentre per il testo è presente un correttore ortografico (non potente come quello di Word ma funzionale).

 

Limitazioni

Come accennato in apertura è presente un wizard per la creazione di script, ma per gli utenti più esperti che creano il loro codice manualmente, può farsi sentire la mancanza di un Debugger dello script, presente invece in Microsoft Visual InterDev. Per chi vuole inserire codice CSS è presente una finestra apposita, ma utilizzabile soltanto da chi già conosce i tag. Infatti i fogli di stile devono essere creati scrivendo manualmente ogni singolo parametro. La personalizzazione dellambiente di lavoro è minima. La visualizzazione dellAnteprima spesso non risponde a quanto interpretato dai browser. Per cui, per conoscere con esattezza il risultato del nostro lavoro è meglio visualizzare l’anteprima direttamente sui browser.

 

Compatibilità con Netscape e Ms Internet Explorer

Sulla compatibilità si tocca un punto dolente dello sviluppo di siti Web, infatti i due più diffusi Browser al mondo, hanno molte caratteristiche di incompatibilità. Per fare un esempio eclatante: gli effetti di animazione DHTML, presenti in FPE sono totalmente incompatibili con NN, ma supportati alla perfezione da IE. In alcuni casi anche le immagini a mappa non funzionano con NN, la differenza della grandezza dei caratteri tra i due è un altro punto dolente, oltre a differenze nella visualizzazione delle pagine, incompatibilità da parte di NN degli OCX, ma anche JS sviluppato da Netscape e portato da Microsoft fino a versioni superiori a 1.2, sono incompatibili. I CSS in alcuni casi come il posizionamento dinamico degli oggetti non vengono supportati da NN.

 

Ora progetta il sito che svilupperai nel corso di questo corso (gioco di parole). Esso deve avere un titolo ed una struttura ramificata.

Crea il web nel server, cartella frontpage.

Buon lavoro!

Luigi Gaudio
 

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: