Descrizione centripeta

 

esercizio 2

LA STANZA DELL’ AZZECCAGARBUGLI

Era questo uno stanzone, su tre pareti del quale erano distribuiti i ritratti de’ dodici Cesari; la quarta, coperta da un grande scaffale di libri vecchi e polverosi: nel mezzo, una tavola gremita d’ allegazioni, di suppliche, di libelli, di gride, con tre o quattro seggiole all’ intorno, e da una parte un seggiolone a braccioli, con una spalliera alta e quadrata, terminata agli angoli da due ornamenti di legno, che s’alzavano a foggia di corna, coperta di vacchetta, con grosse borchie, alcune delle quali, cadute da gran tempo, lasciavano inm libertà gli angoli della copertura, che s’ accartocciava qua e là.

da A.Manzoni, I promessi sposi , cap. III

Esercizio A) Descrivi una stanza, un giardino o una piazza mantenendo le scelte di Manzoni, poi salva con il nome: descrizione centripeta2a.doc

Esempio di svolgimento – alunno PIANTA Matteo