Di che cosa abbiamo bisogno – di Don Savino

Perché anche il Papa – e pure noi – parliamo di “paura”?
Quante “paure” in questa estate 2005! Tra attentati, aerei che cadevano, delitti familiari, catastrofi naturali….
Come si fa infatti a non avere paura di fronte all’incognita del futuro, all’imprevisto inimmaginabile?
S, è vero, se siamo soli è inesorabile la paura, lo smarrimento, lo sconforto: come il bambino che si sveglia e non vede più la sua mamma accanto a sé in quella stanza vuota, prigioniero del buio!
Che cosa ha bisogno il bambino che piange e ha paura della solitudine? Solo la presenza della sua mamma!
Che cosa ha bisogno l’uomo, io, te, se non di una Presenza amorosa che non lo faccia più sentire solo? Che stima la tua vita perché ama la tua persona così com’è perché l’ha fatta LUI? Che ti assicura che tu non sei mai perduto in qualsiasi circostanza e che perfino il dolore può avere un senso se vissuto con dignità umana e fede?
Ditemi se io e te non abbiamo bisogno solo di Cristo perché solo Lui “non ci toglie nulla e dona tutto”; ci dona la speranza e il gusto di vivere, ci dona la certezza della positività della vita, ci dona la sua vittoria del bene sul male. Infatti c’è solo una cosa che Cristo porta via, aggiunge il Papa, ma ai Potenti di questo mondo!
“Il dominio della corruzione, lo stravolgimento del diritto, e il capovolgimento dell’arbitrio”.
Come vorremmo testimoniare in questa Festa del nostro popolo la sovrabbondanza di immensi doni ricevuti da  Cristo-presente riconoscibili in un gusto di vivere frutto di una educazione alla libertà, alla verità, alla gratuità in quel mare di carità che è la tensione quotidiana per amare ciascun uomo come ci ama Gesù in una grande e fedele esperienza di amicizia che chiamiamo Comunità.
“Solo in questa amicizia – prosegue il Papa- si spalancano le porte della vita. Solo in quest’amicizia si dischiudono realmente le grandi potenzialità della condizione umana. Solo in quest’amicizia noi sperimentiamo ciò che è bello e ciò che libera.”
Per questo:
Non abbiate paura di Cristo! Egli non toglie nulla e dona tutto.
Articolo di don Savino pubblicato nel 2005 su “Uno Sguardo in Dergano