ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO ATTIVITÀ SOCIALI

Sharing is caring!


   –   2002

Indirizzo: DIRIGENTI DI COMUNITÀ

CORSO DI ORDINAMENTO

Tema di: PSICOLOGIA E PEDAGOGIA

 

Il candidato svolga, a sua scelta, uno dei seguenti temi proposti:

TEMA 1
Un testimone del nostro secolo: Raffaele Laporta.
“Che la vita – la nostra – sia precarietà e rischio lo sperimentiamo su di noi e su quelli come noi, di fronte alle malattie, all’impossibilità di controllare gli eventi del cielo, del mare, della terra, della violenza dei nostri simili, fino all’evento quotidiano della morte. Che la vita – in generale – nei milioni di specie viventi sia precaria, condizionata da quella di altri viventi in una lotta continua per la sopravvivenza, e per ogni specie che non sia quella a cui apparteniamo sia resa anche precaria dal nostro governarle o sacrificarle secondo le nostre esigenze, è esperienza altrettanto innegabile.
La precarietà è inerente alla vita. La capacità di sopravvivere si identifica con la capacità di scegliere…la libertà gli è intrinseca come motivazione alle scelte.”

Il candidato, dopo aver commentato il pensiero del pedagogista recentemente scomparso, argomenti sui seguenti punti attinenti al campo psicopedagogico:

  • la libertà di scegliere il proprio stile di vita;
  • la motivazione alle scelte come principio di libertà per ogni soggetto;
  • i comportamenti a rischio a fronte della mancata affermazione della libertà.

    TEMA 2
    Sono state individuate svariate teorie per spiegare i disturbi mentali e comportamentali. Si indicano di seguito alcuni modelli fondamentali cui si ispirano la maggior parte delle teorie in voga:

  • modello psicanalitico;
  • modello comportamentista;
  • modello umanistico – esistenziale;
  • modello relazionale.

    Il candidato tratti, a sua scelta, uno dei modelli sopra indicati ed indichi, come tecnico dei servizi sociali, quali strategie ritiene più utili adottare in una comunità dove i comportamenti a rischio possono compromettere la qualità dei rapporti interpersonali.

     

     

    ______________________________
    Durata massima della prova: 6 ore.
    E’ consentito l’uso del dizionario di italiano.
    Non è consentita la consultazione di libri di testo.
    Non è consentito lasciare l’Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.

  • shares