ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE


– 2004

CORSO DI ORDINAMENTO

Indirizzo: PROGRAMMATORI

Tema di: INFORMATICA GESTIONALE

 

Il candidato, dopo aver illustrato le diverse fasi della programmazione aziendale, sviluppi e commenti la procedura informatica per l’elaborazione del sistema di budget. Consideri, quindi, la situazione di Gamma spa operante nel settore industriale che nell’esercizio 2003 ha realizzato ricavi di vendita per € 2.022.000 disponendo di un attivo immobilizzato pari a € 980.000; presenti il budget patrimoniale e quello economico dell’esercizio 2004, corredati dai budget settoriali, supponendo di dover realizzare nuovi investimenti per incrementare la produzione a fronte di un prevedibile aumento nelle vendite del 15%.

Successivamente il candidato sviluppi uno dei seguenti punti.
 

  1. Analizzare le caratteristiche giuridiche e tecniche dei conti correnti di corrispondenza e commentare ciascuna delle seguenti operazioni risultanti dall’estratto conto del terzo trimestre di Alfa spa:
     
  1. saldo liquido
  2. partita a scadere
  3. competenze del trimestre precedente
  4. pagamento utenza ENEL
  5. emissione assegno bancario
  6. giroconto da conto anticipo su Ri.Ba. sbf
  7. commissioni d’incasso per anticipo su Ri.Ba. sbf
  8. richiesta assegno circolare
  9. netto ricavo effetti scontati
  10. rimborso rata di mutuo ipotecario
  11. bonifico disposto da cliente
  12. interessi da conto anticipo su Ri.Ba. sbf.

       Presentare, quindi, il prospetto spese e competenze del terzo trimestre.

  1. Zeta spa presenta a una banca locale la domanda di affidamento alla quale sono allegati i seguenti schemi di Stato patrimoniale e di Conto economico entrambi riclassificati:

Stato patrimoniale (importi in migliaia)

 

Conto economico (importi in migliaia)

 

    Procedere all’analisi di bilancio per indici e redigere la relazione conclusiva dell’istruttoria fido, nella quale sono evidenziati i risultati di tale analisi e la proposta di affidamento con le relative modalità di utilizzo.

  1. Descrivere l’attività dell’area “Gestione titoli” delle banche e soffermarsi sui problemi di rischiosità e di economicità connessi con la gestione dei titoli di proprietà. Illustrare, quindi, le caratteristiche delle diverse tipologie di titoli, che possono essere proposte al cliente. Predisporre, infine, il piano per un risparmiatore che ha una disponibilità finanziaria di € 120.000,00 e che vuole limitare il rischio diversificando l’investimento.

     Dati mancanti opportunamente scelti.

 


Durata massima della prova: 6 ore.
Sono consentiti la consultazione del Codice Civile non commentato e l’uso di calcolatrici tascabili non programmabili.
Non è consentito lasciare l’Istituto prima che siano trascorse 3 ore dalla dettatura del tema.