Il figliol prodigo di Roscio-Agape

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Il figliol prodigo di Roscio-Agape

 

Ritornerò alla casa del Padre mio

e poi gli chiederò perdono, perché ho sbagliato:

“Padre, no, non sono degno di restare qui,

ma tienimi con te, qui con te”.

 

Il Padre che da lontano lo vide, si alzò

e poi gli corse incontro ed a lungo l’abbracciò.

“Sia fatta festa, perché questo figlio che

era perduto è tornato qui”.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: