Il posto dove vivo


da Approfondimenti

di Maria Paola Viale

Griglia di  PROGETTAZIONE relativa alla Tematica ricorrente in verticale dalla scuola materna alla media

Il posto dove vivo

 

TEMATIZZAZIONI

delle Unità d’apprendimento

ARGOMENTI

che lUnità permette di trattare

COMPETENZE

trasversali e di ambito

che le diverse attività permettono di esercitare

 

  3 anni

Laula

*Angolo giochi

*Angolo accoglienza

*Angolo attività

Acquisire una determinata esperienza attraverso la strutturazione dei Campi di esperienza”

  4 anni

Gli spazi scolastici strutturati: mensa, cortile, aule dei laboratori, sala di proiezione della scuola elementare.

*Utilizzazione  degli stessi

* Uso dei materiali didattici  e strutturati”

 

Acquisire la consapevolezza di sé

  5 anni

Conoscenza approfondita e utilizzo degli spazi dell’aula

Conoscenza degli spazi esterni

*Angolo lettura

*Angolo di riposo

*Angolo pittura

*Angolo socializzazione”

*Angolo di drammatizzazione”

*Angolo  scuola”

*Giardino: realizzazione concreta delle regole precedentemente stabilite per l’uso corretto di tale spazio.

 

Acquisire la consapevolezza del gruppo

I

prim.

La classe: spazio condiviso (biblioteca comune, strumento informatico, )

La sala proiezione.

La palestra.

La biblioteca di plesso o di circolo

*Rappresentazione  tridimensionale dell’aula attraverso la realizzazione di un plastico costituito da materiali di riciclo”

*Spostamenti concreti degli oggetti in classe e nella rappresentazione

*Storia di alcuni oggetti presenti 

Indicatori topologici: sotto  sopra destra, sinistra, dentro , fuori

Il tempo cambia le cose

Manipol’azione di oggetti di varie forme, materiali ed utilizzo

Verbalizzazioni orali e disegno degli oggetti individualizzati

Comportamenti  corretti ed educati  per vivere bene  con gli altri in uno stesso spazio organizzato” base alle esigenze didattiche

II

prim.

La scuola:

  • Classe,

  • Atrio

  • Mensa

  •  Palestra

  • Biblioteca

  • Giardino / Cortile

  • Campetto sportivo attiguo

Percorsi interni vissuti”: dallaula al   

bagno

Dallaula alla mensa

Dallaula alla  Palestra e viceversa

Percorsi verso l’esterno:

 scuola giardino  e viceversa

Funzione specifica degli spazi e degli ambienti esterni” alla scuola.

Indicatori topologici: sotto  sopra destra, sinistra

Valutazione del tempo trascorso negli spostamenti

Concetto di tempo:prima dopo contemporaneamente

Discussioni orali e scritte dellesperienze

Rappresentazioni grafiche

Rappresentazione libera dei percorsi

Stima ad occhio delle distanze

Regole del corretto utilizzo degli spazi comuni

III prim.

Il quartiere della scuola: Strade limitrofe ( circuito di Ospedaletti)

Come si costruisce la storia sportiva del circuito.

Ricognizione del quartiere

Scelta di punti di riferimento

Disegno del percorso effettuato e sistemazione dei punti di riferimento

Confronto con una mappa vera”

Ricostruzione del quartiere al tempo dei genitori-bambini

Disegno della mappa al tempo dei genitori

Ricostruzione del quartiere al tempo dei nonni-bambini

Disegno della mappa al tempo dei nonni .

Capacità di orientamento nello spazio

Saper rappresentare graficamente il percorso

Riconoscere alcuni elementi fondamentali nella mappa

Uso e riconoscimento di simbologie arbitrarie e non

Riconoscere i cambiamenti dovuti al tempo che passa

Capacita di effettuare interviste

Verbalizzazione orale e scritta dell’esperienza

Costruzione e lettura di grafici

Confronti di quantità

Costruire e risolvere probleni

Riconoscere i diversi edifici e le loro funzioni

Riconoscimento di attività lavorative

Utilizzo del codice pedonali”

 

 

IV prim.

 

La città di Ospedaletti: l’origine, la storia, l’arte

Visita del paese: il centro storico

Rappresentazione grafica del  centro

Costruzione di una cartina” : strade ed edifici principali

 Confronto con una mappa vera” : i piani regolatori

Ricerca nellarchivio storico per risalire alle origini del paese

Analisi  e rielaborazione dei documenti

 Eventuale lettura di brani tratti da libri scritti da autori del luogo.

Inserimento del paese nell ambiente geografico circostante e nella regione di appartenenza

 

Sapersi orientare nello spazio reale e grafico

Conoscere la terminologia adeguata  agli indicatori spazio temporali

Conoscenza degli avvenimenti in ordine cronologico

Conoscenza  morfologica del territorio e della regione

Verbalizzazione orale e scritta  dell’esperienza

Rielaborazioni personale delle notizie conosciute (disegni, testi di vario genere)

Rielaborazione numerica dei dati acquisiti

 

V prim.

I servizi pubblici:

Comune, biblioteca, Asl, Ufficio postale Carabinieri, polizia municipale, vigili del fuoco, associazioni sportive, artisctiche

Uso e funzione dei vari sevizi

Visita ad alcuni servizi

Rielaborazione collettiva e personale dell’esperienza vissuta

Ricerca storica  dell’origine e sviluppo di alcuni servizi

Utilizzo  e rielaborazione di documenti

Conoscenza sempre piu specifica della terminologia relativa ai diversi ambienti Verbalizzazione orale e scritta  dell’esperienza

Competenza linguistica  e uso di codici formali

Saper utilizzare le diverse modulistiche

Saper adeguare il proprio comportamento ai diversi ambienti

Uso della statistica

Uso di grafici

Problematizzazione dei dati acquisiti

 

I

sec.

 

 

 

II sec.

 

 

 

III sec.

 

 

 

 

Scrivere, appena possibile, le diverse attività nella colonna centrale e le competenze nella colonna a destra con una colorazione diversa in base a questa legenda:

   Attività trasversale

   Ambito geo- storico-sociale

   Ambito linguistico-espressivo

    Ambito scientifico

                 

                                                   Commento personale

 Questo tipo di progettazione, realizzata in modo verticale”, permette una costruzione della conoscenza” graduale e funzionale utilizzando uno specifico stile di apprendimento idoneo per ciascun gruppo di bambini. Sarà importante, nella scuola dell’infanzia, far coincidere i contenuti di questo progetto con i posti conosciuti” in prima persona dal bambino stesso in modo di permettere di avviare un percorso graduale e nello stesso tempo gratificante per lo stesso bambino.

Nella scuola Primaria gli spazi interessati” possono essere spazi esterni” alledificio scolastico o , addirittura, spazi storici, artistici della stessa città di appartenenza.

Paola Viale

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria