Il Risorgimento incompiuto

La tensione rivoluzionaria e l’iniziativa di Carlo Pisacane nell’Italia meridionale

di Cosimo Pascarelli

“Il Risorgimento incompiuto ” (…)  pagg. 249, affronta uno dei tanti episodi [ La spedizione di Sapri nel Cilento ad opera di Carlo Pisacane, voluta da G. Mazzini ] a  proposito delle “insorgenze” per l’Unità d’Italia. Ma soprattutto tratta dell epifanica attesa della RIVOLUZIONE risorgimentale (che purtroppo non si è verificata – almeno per l’Italia Meridionale) , cos’ com era stata predicata dai più tenaci ed ambiziosi patrioti del Risorgimento italiano (di ambo i sessi) e vissuta ed agita con febbrile coinvolgimento dai repubblicani, costituzionali, federalisti, monarchici, ecc. .

Un argomento – sul piano storiografico – molto controverso.

Con appositi ed inoppugnabili documenti inediti , circa 50 pagine, ho cercato di fare chiarezza rispetto al filone storico pregresso e quindi “revisionismo”. Il lavoro affronta le bugie e i falsi della storia e l’argomentazione, spontaneamente, si apre al metodo storico con alcune categorie:  la mentalità e la mentalizzazione storica e socio-antropologica, nonché sull’aspetto etico – morale di alcuni patrioti e di alcuni storici che giocano con la realtà dei fatti, per mera faziosità partitocratica.

La Questione Meridionale, la diffusione del brigantaggio – quale reazione dei filoborbonici – , il familismo amorale ed i gruppi del malaffare sono tutte concause dell’attuale lacerante situazione del Meridione d’Italia.

In Appendice il libro  ospita alcune note poetiche: tre testi, compresa la Spigolatrice di Sapri del Mercantini.

Il professor Pascarelli è disponibile a poter dibattere liberamente, pedagogicamente, con docenti e genitori/pubblico nelle scuole questi problemi per la ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d Italia nel corso del 2011, senza oneri per le istituzioni, ma solo per sviluppare confronto sulla cultura storica.

Cosimo Pascarelli   Cell. 339.8181686