Il valore di mercato – riassunto di Estimo per programmazione semplificata di Irma Lanucara

Il valore di mercato è il valore di scambio di un bene. Ad esempio,
un cellulare ha un grande valore di scambio perché è un bene molto richiesto,
cioè c’è molta domanda.
Quando il valore di mercato è
calcolato correttamente, nessuna delle parti coinvolte nella compravendita ci
guadagna o ci perde.
IL VALORE DI COSTO DI PRODUZIONE
Il valore di costo di produzione corrisponde a tutto quello che un imprenditore spende per produrre un bene che non
esiste ancora
.
La figura dell’imprenditore è
cambiata nel tempo: anni fa era poco istruito, mentre oggi spesso possiede un
diploma di un istituto tecnico o professionale o geometra.
Il valore di costruzione è dato dalla somma di tutte le spese necessarie a costruire, ad esempio, un
edificio, compresa la progettazione da parte del geometra.
IL VALORE DI COSTO DI RICOSTRUZIONE
Il valore di costo di ricostruzione è il valore di un fabbricato già
esistente
, per il quale si deve stabilire il costo. Ad esempio, per il
valore di ricostruzione di un fabbricato che dovrà essere ristrutturato, si
dovranno utilizzare materiali e strumenti che si usano al giorno d’oggi, non
quelli che erano stati utilizzati in passato per costruirlo e questo influirà
sul costo.
Per calcolare il valore di
ricostruzione il geometra dovrà tenere conto del deprezzamento (=abbassamento del prezzo) del fabbricato e per
questo dovrà utilizzare il cosiddetto coefficiente
di vetustà
. Esso viene espresso da una percentuale, che viene stabilita
grazie a grafici, tabelle o formule:
valore di costo di ricostruzione=costo di costruzione x (1 –
coefficiente di vetustà)
L’obsolescenza indica il livello
di invecchiamento di un bene, dal punto di vista tecnologico
. Ad esempio un
computer che ha 10 anni di età può essere ancora funzionante, ma non è in grado
di supportare i software e i programmi che vengono oggi utilizzati.
IL VALORE DI CAPITALIZZAZIONE
Il valore di capitalizzazione è il valore di un bene quando viene
valutato in base ai redditi che in futuro potrà dare
. Esso viene calcolato
con la formula dell’accumulazione
iniziale di annualità
:
valore di capitalizzazione=rendita netta / tasso di capitalizzazione