L’ impero romano

L'impero romano

di Maria Paola Viale

Dopo la morte di Cesare, nel 44 a.C., a Roma vi furono una sequenza di guerre civili in cui si scontrarono due personalità molto vicine  Cesare: Antonio, suo collaboratore e Ottaviano, un suo nipote e figlio adottivo. Nel 31 a.C., sconfitti gli assassini di Cesare, il Senato conferì ad Ottaviano il titolo di Imperator (= capo supremo dell’esercito), di Augustus ( = degno di venerazione e di onore), di Principes (= primo cittadino) e di Pater patriae (= padre della patria) ad appena 19 anni. Cominciò allora una nuova fase della storia di Roma, destinata a durare oltre 350 anni: l’impero.

Augusto

Cesare Ottaviano Augusto

Il suo nome alla nascita era Caio Ottavio Turino (Caius Octavius Thurinus) (63 – 14 a.C.); era figlio di Caio Ottavio, ricco uomo d’affari che, per primo nella sua famiglia, la gens Octavia , aveva ottenuto cariche pubbliche e un posto in Senato . La madre, di nome Azia era più precisamente la figlia della sorella di Cesare, Giulia minore, e di Marco Azio Balbo; Ottaviano, pertanto, era pronipote di Cesare. (fonte: wikipedia)

Egli concentrò nelle sue mani tutti i poteri, assumendo contemporaneamente le cariche di:

*   Tribuno della plebe – controllava le assemblee del popolo;

*   Proconsole – governava tutte le terre conquistate e aveva il comando di tutte le legioni;

*   Pontefice massimo – era il capo supremo della religione romana.

Durante gli anni del suo governo, Augusto, diede unità, prosperità e pace all’impero. Attuò subito:

* dei provvedimenti per risanare le finanze dello Stato e per dare sicurezza ai poveri;

*  dei provvedimenti per riorganizzare l’esercito rendendolo più efficace e meno costoso;

* l’istituzione dei vigiles urbani ( vigilavano per controllare la sicurezza della città);

* l’istituzione della guardia pretoriana ( un corpo militare a disposizione dell’imperatore);

* l’incremento dell’agricoltura e dell’artigianato;

*  la crescita dello sviluppo artistico e culturale;

*  la costruzione di opere pubbliche importanti ( acquedotti, templi, archi di trionfo, foro, circhi, terme, biblioteche);

* labbellimento della città di Roma facendo rivestire di marmo bianco  gli edifici già esistenti.

Per celebrare il periodo di pace seguito alle conquiste ed alla riorganizzazione dell’impero, Augusto fece erigere a Roma, lAra pacis (= l’altare della pace). Laltare era circondato da un recinto di marmo decorato con bassorilievi. Ottaviano ingrandì l’impero fino al fiume Elba ( repubblica Ceca). Il suo regno durò 44 anni e questo periodo prese il nome come Età augustea”.

L’impero dopo Augusto

I secoli dell'impero

Nei primi due secoli dopo la morte di Augusto, a Roma si succedettero quattro dinastie di imperatori ( dinastia= famiglia). I periodi di pace di alternarono con periodi di guerre.

Dal 14 al 69 d.C.  – Dinastia Giulio-Claudia

o Tiberio – Dal 14 a.C. al 37 d.C. – soldato valoroso in seguito crudele. Sotto il suo regno fece uccidere Gesù

o Caligola – dal 37 al 41 d.C. divenne brutale ed impazzì facendo nominare il suo cavallo come senatore.

o Nerone – dal 41 al 54 d.C. – Fu sanguinario e malvagio  e fu accusato di aver incendiato Roma. Odiato dal popolo si suicidò.

o Cl’audio – dal 54 al 68 d.C. – uomo colto ma poco adatto per governare perché non aveva polso

o Galba – dal 68 al 69 d.C.

o Otone e Vitellio –  entrambi solo nel 69 d.C.

Dal 69 al 96 d.C. –  Dinastia dei Flavi

o Vespasiano – dal 69 al 79 d.C. – riportò tranquillità e disciplina. Fece costruire il Colosseo (= anfiteatro Flavio);

o Tito – dal 79 all’81 d.C. – Fu molto amato e sotto il suo regno avvenne l’eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei, Ercolano e Stabia;

o Domiziano – dall’81 al 96 d.C. – si scontrò con il Senato e fece perseguire i Cristiani. Venne ucciso in una congiura

Dal 96 al 193 d.C. –  Dinastia degli Antonini

o Nerva – dal 96 al 98 d.C.– inaugurò il sistema delle ad’ozioni, mediante il quale sceglieva il suo successore;

o Traiano – dl 98 al 117 d.C. – sotto il suo regno l’impero raggiunse la sua massima estensione;

o Adriano – dal 117 al 138 d.C. –  amante dell’arte e dell’architettura, fortificò i confini dell’Impero e proibì ai padroni di uccidere gli schiavi;

o Antonino Pio – dal 138 al 161 d.C. – fu un imperatore buono e amante della pace;

o Marco Aurelio -dal 161 al 180 d.C. – uomo colto e amante della filosofia, fu imperatore capace e assennato;

o Comodo – dal 181 al 192 d.C. – Fu folle e spietato e voleva dare il suo nome a Roma. Fu ucciso.

o Pertinace e Didio Giuliano – entrambi nel 193 d.C.

Dal 193 al 311 d.C. La dinastia dei Severi

o Settimio Severodal 193 al 211 d.C. – Fu un bravo condottiero;

o Caracalla – dal 211 al 212 d.C. – estese la cittadinanza romana a tutto l’impero. Fu molto crudele , tanto che fu chiamato carnefice del genere umano”. Fu ucciso .

Molti furono gli imperatori di questa dinastia ma tra questi è da ricordare ancora:

o Diocleziano – dal 284 al 305 d.C. – per ridare prosperità e stabilità  all’impero nel 286 d.C. divise l’impero i due parti ( Occidente e Oriente), governate rispettivamente da due autorità , un imperatore ed un cesare, scelto dall’imperatore stesso come aiutante e suo successore

Dal 306 al 395 d.C. –  II^ Dinastia dei Flavi

Tra gli imperatori della 2^ Dinastia dei Flavi sono da ricordare:

o Costantino I° Il Grande – dal 306 al 337 d.C. –Nel 330 d.C., fu l’imperatore che riunì di nuovo l’impero e trasferì la capitale a Bisanzio, l’antica colonia greca, che sorgeva sullo stretto dei Dardanelli, al confine dell’Europa e l’Asia. La città fu ampliata, abbellita e ribattezzata con il nome Costantinopoli ( = città di Costantino);

o Teodosio I° Il Grandedal 379 al 395 d.C. – nel 395 d.C. fu l’imperatore che divise nuovamente  e definitivamente l’impero in Impero Romano d’Occidente, con capitale prima a Milano e poi Ravenna, ed Impero Romano d’Oriente, con capitale Costantinopoli.

Paola Viale

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria