La Prima guerra punica e la pace precaria

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Le guerre puniche

prof. Luigi Gaudio

CARTAGINE

Fondata dai Fenici della città di Tiro nel 814 aC

Governava ampi territori nel nord Africa

Guidata dai suffeti

Tra gli aristocratici le famiglie Barca e Annoni

Mostra interessi commerciali e perizia in mare

 

RAPPORTI TRA CARTAGINE E ROMA (ALLEANZE)

Vari trattati di alleanza con Roma

279: pieno controllo sulla Sicilia in cambio dell’aiuto militare contro Pirro

Svolta dopo il 275 aC  (vittoria di Beneventum)

 

IN SICILIA:

Tradizionale contrasto tra città greche e colonie puniche

Conflitto tra Siracusa e Messina a causa dei mercenari Mamertini (soldati di origine campana, “figli di Marte”), che avevano conquistato Messina

Messina chiede aiuto a Roma contro Siracusa, Cartagine si oppone (accordo del 279)

Scintilla che fa scoppiare un conflitto

 

I GUERRA PUNICA (264-241)

Teatro Sicilia; combattuta per mare

Roma si dota di una flotta di 100 navi con rostro e corvo

Siracusa si schiera con Roma

Vittorie romane di

– Milazzo (260)

– Capo Ecnomo (256)

– Isole Egadi (241)

Conquista di Trapani, ultima roccaforte punica dell’Isola

Trattato di pace

Roma ottiene

– indennità di guerra

– controllo dell’isola

La Sicilia diviene provincia nel 241 (piena indipendenza di Siracusa)

 

PROVINCIA (come la Sicilia)

Territorio esterno allo stato romano i cui abitanti non godevano della cittadinanza romana

Governato da Roma attraverso i governatori con mandato biennale

Costoro riscuotevano le imposte, amministravano la giustizia, difendevano il territorio

 

CONSEGUENZE

Cartagine si ritira dall’orizzonte politico (guerra civile contro i suoi soldati). Dal 237 inizia espansione militare in Spagna (argento, mercenari)

Roma ne approfitta: nel 238 conquista Sardegna e Corsica

Crea così la II provincia romana, ottenendo la piena egemonia nel Tirreno

 

DOPO LA PRIMA GUERRA PUNICA IN ITALIA

I Galli minacciano le colonie romane dalla pianura padana; attaccano Rimini nel 225 aC

Roma si difende

Operazioni militari: sottomissione della Valle Padana e creazione nel 222 della provincia della Gallia Cisalpina

IN GALLIA CISALPINA

Si fondano colonie di diritto latino per assimilare le popolazioni galliche

Si crea la via Flaminia per collegare le nuove conquiste a Roma

Nel 219 Roma ottiene il controllo sulla Dalmazia (contro la pirateria), che diventa provincia dell’Illirico

 

VERSO UNA NUOVA GUERRA

Cartagine si è insediata in Spagna

Roma la costringe nel 220 al trattato del fiume Ebro (limite per le conquiste puniche)

Poi Roma si allea con Sagunto (sotto l’Ebro)contro i Cartaginesi

Annibale Barca la attacca e la vince nel 219

È la scintilla per un nuovo conflitto

 

II GUERRA PUNICA (219-202)

Combattuta in Italia per terra

Episodi principali:

– Ticino e Trebbia 218

– Lago Trasimeno 217

– Canne (Puglia) 216

Sono tutte vittorie cartaginesi, ma l’esercito di Annibale è logorato

 

II GUERRA PUNICA (219-202)

Controffensiva romana:

–  Fiume Metauro 207

-In Africa, a Zama 202 (Publ’io Cornelio Scipione)

sconfitta definitiva di Cartagine nella battaglia di Zama (202 a.C.)

 

CONSEGUENZE PER CARTAGINE

– Pesantissima indennità di guerra

– Abbandono della Spagna e di parte dell’Africa Settentrionale (affidate a Massinissa di Numidia, alleato di Roma)

– Consegna di Annibale al Senato

– Possibilità di dichiarare guerra solo col consenso del Senato Romano

 

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: