Napoli: Imbrattato il muro con la lapide di Silvia Ruotolo,


vittima innocente della camorra

lettera aperta di Gennaro Capodanno

Il muro nei giardini di piazza Medaglie d’Oro sul quale è apposta la lapide dedicata a Silvia Ruotolo, vittima innocente della camorra, assassinata l’11 giugno del 1997, all’età  di 39 anni, a Napoli, mentre stava tornando nella sua casa di salita Arenella, nel quartiere Vomero, dopo essere andata a prendere a scuola suo figlio, è stata imbrattato in questi giorni con scritte e disegni. Lennesimo atto vandalico da parte di ignoti. Diciamo basta a questi sporcaccioni” che non rispettano più nulla, non solo monumenti ed edifici storici, ma anche luoghi della memoria e di culto. Occorrerebbe prendere esempio da altre città , come Roma, dove nei mesi scorsi il sindaco ha firmato un’ordinanza antidegrado che ha fissato in 500 euro, oltre l’obbligo di ripulire, nei confronti di chi imbratta la città . Anche la videosorveglianza, oltre ad un’intensificazione dei controlli, può essere un ottimo deterrente al fine dindividuare i colpevoli di questi scempi per comminare le sanzioni. Invitiamo il sindaco e lassessore al decoro ed arredo urbano del Comune di Napoli a provvedere in tempi brevi al riguardo, disponendo anche l’eliminazione di tutte le scritte e disegni su monumenti, fontane e beni di interesse storico e artistico e luoghi di culto, compreso ovviamente il muro in questione.=’mso-bidi-font-weight:normal’>=’font-size:18.0pt;font-weight:bold;mso-bidi-font-weight:normal’>=’mso-bidi-font-weight:normal’>=’mso-tab-count:1′>

Gennaro Capodanno

Comitato Valori  Collinari  

Presidente: Prof. Ing. Gennaro Capodanno

Via Tino di Camaino, 22  –  Napoli

Tel.  0815787434   – 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it