Piante succulente


di Maria Paola Viale

Sono le conosciute  piante grasse”. Esse hanno sviluppato tessuti contenenti liquidi, che immagazzinano: nelle foglie, nel fusto, nelle radici, allo scopo di sopravvivere a lunghi periodi di siccità. Per cui “succulente” (non nel senso di gustose), è il nome più corretto dal momento che il rigonfiamento è costituito da succo senza alcuna presenza di grassi. Tra le piante succulente abbiamo quelle che presentano il rigonfiamento fogliare” e sono:

o       l Aloe – è una pianta succulenta  che predilige i climi caldi e secchi. Il governo americano dichiarò ufficialmente le proprietà curative di questa pianta per il trattamento delle ustioni

o       lAgave – è originaria delle zone tropicali e subtropicali, del continente americano, con particolare riguardo al:  Messico, Indie occidentali e America Meridionale. Le loro caratteristiche ne hanno permesso l’ampia diffusione nella regione mediterranea.  Dalle sue foglie, ricche di fibre, si produce un tipo di tessuto molto resistente che viene utilizzato soprattutto nella realizzazione di amache e cappelli. (fonte: wikipedia)

Altre piante succulente sono tipiche di territori ad aridità non troppo prolungata, in grado di sopravvivere nei periodi secchi. Alcuni esempi li potremo trovare nei giardini botanici Hanbury. Tra quelle conosciute vi sono:

q       I CACTUS – essi sono a fusto succulento. Possono raggiungere altezze elevate sino a qualche decina di metri.

La famiglia dei Cactus,  denominata le cactaceae , è tipica del continente americano . Molti tipi di cactus sono originari dal Canadà, della Patagonia e si estendono fino alla catena delle Ande

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria