Terza prova di scienze della terra

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

sul vulcanesimo

con svolgimento di Alissa Peron

Rispondi alle seguenti domande in circa 12 righe (massimo 15 righe)

Traccia

1) Indica le differenze tra vulcanesimo effusivo e vulcanesimo esplosivo tenendo presente: i prodotti dell’attività vulcanica; la morfologia dell’apparato vulcanico; la diversa provenienza e le diverse caratteristiche del magma di origine.

Svolgimento

Il vulcanismo effusivo ha origine quando il magma proveniente dalla parte superiore del mantello, povero di silice, bassofondente e fluido risale attraverso i condotti vulcanici per l’aumento della pressione litostatica, raccogliendo gas che si liberano gradualmente al momento dell’eruzione; la lava eiettata è fluida e quando solidifica forma il vulcano a scudo o plateaux vulcanico. Il magma che dà origine al vulcanismo esplosivo si forma per anatessi della crosta terrestre che subduce, quindi si arricchisce di silice, è acido ed altofondente; i gas che raccoglie durante la risalita restano imprigionati nel condotto e, all’aumentare della pressione interna, vengono improvvisamente eruttati nubi ardenti e piroclastiti, che formano il pino vulcanico, e la lava quando solidifica forma un edificio a cono o a guglia.

Traccia

2) Confrontando le carte della distribuzione geografica dei vulcani, delle zone sismiche e delle catene montuose recenti, si nota un evidente parallelismo tra questi tipi di attività. Spiega perché.

Svolgimento

Sia le catene montuose recenti sia le aree sismiche si trovano in prossimità dei margini convergenti delle zolle, dove si scontrano due placche continentali; vi è questa corrispondenza perché lo scontro provoca un corrugamento della crosta terrestre, che è all’origine dell’orogenesi, e l’accumulo di energia che viene improvvisamente liberata sotto forma di vibrazioni e fratture nelle rocce degli strati profondi della crosta, che sono alla base dei terremoti. Le aree in cui vi sono sia fenomeni vulcanici sia sismici sono quelle in prossimità dei margini di scontro tra una placca continentale ed una oceanico-continentale: anche in questo caso vi è un corrugamento della crosta e quindi un’orogenesi, ma si genera un arco vulcanico, poiché l’anatessi della zolla oceanica che subduce produce magma che risale a causa dell’energia liberata nello scontro; anche in questo caso l’energia stessa provoca terremoti.

Alissa Peron

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: