Tirocini formativi e di orientamento

Riferimenti normativi:

Legge 196/1997, art. 18;

Decreto Interministeriale 25/03/1998, n. 142;

Legge 68/1999, art. 13, commi 1, lett. a) e 2;

Vigenza dal:

1998

 

 

Ambito territoriale:

Intero territorio nazionale

Descrizione:

Misura rivolta al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro, a favore di soggetti che hanno già assolto l’obbligo scolastico.

I tirocini sono svolti sulla base di apposite convenzioni stipulate tra i soggetti promotori (agenzie per l’impiego ed istituzioni pubbliche e private con finalità di istruzione o formazione) e i datori di lavoro pubblici e privati. Alla convenzione, che può riguardare più tirocini, deve essere allegato un progetto formativo e di orientamento per ciascun tirocinio.

Per i disabili la legge 68/99 prevede che il datore di lavoro che assicura ai soggetti disabili la possibilità di svolgere attività di tirocinio finalizzata all’assunzione, per un periodo fino ad un massimo di dodici mesi, rinnovabili per una sola volta, assolve per la durata relativa l’obbligo di assunzione.

Incentivi:

È prevista la possibilità di rimborso totale o parziale degli oneri finanziari connessi all’attuazione dei progetti di tirocinio, a favore dei giovani del Mezzogiorno presso imprese del centro-nord.

Durata massima:

Variabile (ma mai superiore a 12 mesi) a seconda della categoria cui appartiene il tirocinante; 12 mesi rinnovabili una sola volta per i disabili

Istituzione responsabile:

I soggetti promotori trasmettono copia della convenzione e di ciascun progetto alla regione ed alla struttura territoriale del Ministero del lavoro e della previdenza sociale competente per territorio in materia di ispezione

Fonte del Finanziamento:

Fondo per lOccupazione;

Fondo per il diritto al lavoro dei disabili

Soggetti interessati:

Giovani