Un esempio di leale collaborazione

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

un progetto di educazione stradale in collaborazione con l’Ente Locale

di Luigi Gaudio

Qui sotto un progetto di educazione stradale che è la dimostrazione pratica di come tra una istituzione scolastica (ad esempio l’Omnicomprensivo di Corsico, che in realtà è composto da tre scuole) ed un ente pubblico (ad esempio il Comune di Corsico) potrebbe essere realizzato il principio della leale collaborazione

Al Sindaco del Comune di Corsico

Oggetto: progetto di educazione stradale nell’istituto comprensivo

Questa amministrazione si proporrebbe di realizzare, per il prossimo anno scolastico, all’interno del percorso della commissione benessere, un’attività di educazione stradale che prevede una serie di lezioni teoriche e alcune azioni di simulazione pratica. Alla conclusione del percorso sarebbe auspicabile che gli studenti frequentanti conseguissero il patentino di guida del ciclomotore, ai sensi della normativa vigente. Questo progetto si configura come arricchimento dell’offerta formativa, nell’ambito dell’educazione alla legalità, alle regole della civile convivenza e come significativa opportunità di integrazione con la realtà territoriale.

Dal momento che l’istituzione scolastica non possiede competenze idonee alla istruzione e alla formazione, nonché alla esplicitazione dei contenuti sopra elencati. A tal fine chiede a codesta amministrazione se ritiene di poter prendere in considerazione la possibilità di poter usufruire della presenza presso l’istituto scolastico del personale attinto alla polizia municipale competente nelle discipline specifiche.

Perché il corso risulti efficace, si richiede altresì  l’utilizzo della strumentazione e della segnaletica stradale a norma di legge, utile a rendere più efficace l’attività. Il corso avrebbe la durata di dieci ore, e tenuto conto del numero di utenti interessati, dovrebbe essere replicato per cinque moduli, per un totale di cinquanta ore. Il patentino del ciclomotore conseguito nell’istituto scolastico costituirebbe una significativa occasione i risparmio per le famiglie e di ottimizzazione di tempi e di spazi. Si resta in attesa di un suo cortese riscontro”

 

Bozza di Intesa tra Istituto Comprensivo di Corsico e il Sindaco di Corsico

Oggetto: Intesa tra Istituto Comprensivo di Corsico e il Sindaco di Corsico

Vista la lettera di intenti spedita il 30 maggio 2009,  con la quale si proponeva l’attivazione di un corso di educazione stradale

Vista la lettera di riscontro dell’assessore ai trasporti e alla viabilità, il quale mostrava il suo apprezzamento del’iniziativa

Visti i risultati dell’incontro avvenuto presso la nostra scuola nel luglio 2009, alla presenza del Dirigente Scolastico, la finzione strumentale al POF “benessere degli studenti”, l’assessore alla viabilità e il comandante della vigilanza urbana

Vista anche la delibera della Giunta comunale, n. 33455 del 3 settembre 2009, riguardante l’assegnazione e del personale di due rappresentanti della polizia municipale per cinquanta ore complessive nel periodo di ottobre e novembre 2009, e il finanziamento dell’iniziativa e tutte le occorrenze, (compresi i motorini, la benzina, e il carburante) sulla base della disponibilità del capitolo 445 del bilancio comunale.

Si conviene e si stipula la seguente intesa:

  1. Nell’ambito del  progetto “ruote sicure” che si configura come arricchimento dell’offerta formativa, all’interno dell’educazione alla legalità, alle regole della civile convivenza e come significativa opportunità di integrazione con la realtà territoriale, per gli studenti di età compresa fra i 14 e i 16 anni, presso l’istituto omnicomprensivo di Corsico, nel periodo ottobre-novembre 2009, il martedì e il giovedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30, si svolgeranno n. 50 ore di lezione, suddivise in 25 ore di teoria e 25 pratiche alla presenza di due vigili istruttori, membri della polizia municipale.
  2. L’istituto scolastico si farà carico di avere agli atti la documentazione attestante l’autorizzazione delle famiglie all’iniziativa
  3. Sarà presente per tutta la durata del corso un docente della scuola, in qualità di tutor dell’iniziativa,  e un collaboratore scolastico.
    A carico dell’Amministrazione comunale saranno: i motocicli in numero di cinque, ed un numero equivalente di caschi omologati, come pure la segnaletica stradale, di pertinenza dell’iniziativa.
  4. L’attività sarà coperta dalla polizza assicurativa n. 5664, agenzia assicurativa di Corsico, stipulata automaticamente dallo studente all’atto della iscrizione.
  5. Alla conclusione del corso si svolgerà un esame e in caso di esito positivo, sarà consegnato all’alunno/a frequentante il corso il patentino del ciclomotore (max 125 cc), a cura dell’autorità competente.
  6. Il corso teorico si terrà nei locali e negli spazi aperti del cortile adiacente all’’istituto la parte pratica.
  7. Per ogni controversia il Foro Competente sarà il Tribunale di Milano.

Corsico, 10 luglio 2009

I Legali rappresentanti del Comune di Corsico                                                  Il Dirigente scolastico

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: