Uscita scolastica al Planetario e al Presepe


Oliveri Concetta, Luppino Giusy e Piromalli Benedetta

Il giorno 10 gennaio alle ore 09:00 noi ragazzi della scuola media di Melicuccà  siamo andati a Reggio Calabria a visitare il planetario e i vari presepi.

Il primo luogo che abbiamo visitato è stato il planetario ed è stato molto interessante.

Il planetario svolge un’intensa attività divulgativa e didattica riguardante l’astronomia e le scienze a essa collegate, ospitando numerosi visitatori tra scuole e pubblico generale.

Loro ci hanno spiegato che Il planetario ̬ uno strumento ottico Рmeccanico utilizzato per riprodurre in modo estremamente realistico la volta celeste e dopo quando la sala ̬ diventata buia ci hanno fatto vedere anche i segni zodiacali e le costellazioni.

La storia del planetario ha avuto inizio Tra il 1919 e il 1923,quando l’industria tedesca Zeiss progetta e costruisce il primo planetario in grado di simulare anche i movimenti principali.

 Dopo ci siamo recati al presepe meccanico dal quale siamo rimasti affascinati, i personaggi presenti nel presepe erano oltre 200 di cui oltre 100 in animazione,inoltre vi erano altri presepi ridotti. Il primo a costruire il presepe fu il signor canonica nel 900 con la collaborazione dei suoi familiari. La storia del presepe meccanico è molto interessante e noi vorremmo invitare tutti ad  andare a visitare i presepi di qualunque genere.

Oliveri Concetta, Luppino Giusy e Piromalli Benedetta

torna all’indice del Giornalino d’Istituto del prof. Natale Todaro e dei suoi alunni della Scuola Media G. Capua di Melicuccà di Reggio Calabria, disponibile anche in formato compresso zip