Viaggio notturno nella letteratura italiana (ep.33) 17/07/2020

Il beneficium, con termine germanico, verrà detto in seguito feudum. Dalla interazione di questi due rapporti, uno personale e l’altro reale (servizio al re o ad altro potete, sancito attraverso il dichiararsi “suo uomo”, e corresponsione di terre in godimento in cambio di questo servizio), si genera quello che in sede storica viene definito un rapporto “vassallatico-beneficiario” o, più semplicemente “feudale”. I carolingi, che soppiantarono i merovingi a metà del secolo VIII, resero sistematica questa pratica facendone il volano per la strepitosa espansione politico-militare franca dalla seconda metà del VIII e degli inizi del IX. La possibilità di concedere terre in beneficio, da parte del sovrano, era accresciuta in prospettiva, anche dalle possibilità che le nuove conquiste avrebbero offerto

Audio Lezioni di Storia medievale del prof. Gaudio

Ascolta “Storia medievale” su Spreaker.