Viaggio notturno nella letteratura italiana ep.36 (11/08/2020)

Va ricordato – ed è aspetto sul quale si tornerà più avanti – che coloro che erano scelti per ricoprire questi ruoli di comando provenivano in generale da gruppi familiari per i quali la disponibilità di terreni in allodio era un fatto assai diffuso. Pertanto, i patrimoni dei singoli vassalli potevano contare sul transitorio possesso di benefici di varia consistenza, che sulla piena proprietà di allodio familiare di cui erano titolari. Potere e possesso facevano di costoro il nucleo centrale di un vero e proprio ceto aristocratico, per il momento non definito giuridicamente ma tale solo di fatto.

Audio Lezioni di Storia medievale del prof. Gaudio

Ascolta “Storia medievale” su Spreaker.