Vittorio Sereni

Sharing is caring!

 

Vittorio Sereni – la vita

Vittorio Sereni (1913 Luino -1983 Milano) fu imprigionato nei campi di concentramento in Algeria nel corso della seconda guerra mondiale.
Svolse poi attività di insegnante, saggista e traduttore
Coltivò la poesia in modo non continuativo, con lunghi periodi di silenzio

Vittorio Sereni – la poesia

Dopo l’esordio nell’ambito dell’ermetismo, la poesia di Sereni divenne sempre più autonoma, connotata da:

  • Simbolismo
  • Tonalità discorsivo-elegiaca
  • Una profonda esperienza umana personale (ad esempio gli affetti contrastanti e l’esperienza della prigionia, emblematica della condizione umana)

Non sa più nulla, è alto sulle ali di Vittorio Sereni

shares