A few words…


di Flavio Giuseppe Carloja

Non più di venti mesi or sono, in una corrispondenza riguardante una questione di Geografia antica con un noto Docente, ho scoperto con qualche sorpresa di non essere il solo a nutrire una profonda ammirazione per làŠ¹Opera di Edgar Allan Poe; dai ricordi delle letture passate e dagli entusiastici giudizi su questo o quel racconto, in breve sono passato a deplorare il fatto che non certo tutta làŠ¹opera del Genio di Boston risultasse tradotta in Italiano, e con altrettanta meraviglia – mentre mi profondevo nel descrivere i miei tentativi di riversare nella nostra lingua Lettere, Saggi ed Articoli del Poeta – ho trovato che già era in essere un piccolo ma ben valido Gruppo di Esperti che stava procedendo, come me ma certo molto meglio di me, verso lo stesso obiettivo. Inaspettatamente, perciò, ed in maniera immediata, sono risultato degno di entrare a far parte di questa letteraria Congrega.

Oggi, ormai, il progetto di costituire unàŠ¹ Omnia dei testi di Edgar Allan Poe è giunto si può dire a completamento e consta di vari Tomi, secondo un piano editoriale adeguatamente sviluppato (sostanzialmente: Biografia, Racconti, Articoli, Lettere ed Indici); per parte mia, e non solo, stimo utile offrire qui una brevissima àŠºanticipazioneàŠº di quanto potrà offrirsi allàŠ¹attenzione dei lettori su tale amplissima materia: testi da me tradotti e commentati (sfrondati, però, delle parti più àŠºpesantiàŠº o che riportano con specifici riferimenti ad altre sezioni dellàŠ¹Opera della quale fanno parte), estesi spero in modo adeguato e pienamente fruibile. Essi riguardano làŠ¹Enigmistica, ovvero la Criptologia: campo nel quale Poe si è esercitato con una certa continuità e con evidenti risultati, finora però rimasto non del tutto risolto negli aspetti forse più specifici e curiosi.

Dicembre 2014

Flavio Giuseppe Carloja