A proposito di famiglia

Sharing is caring!


tema svolto

Traccia

La famiglia nella nostra società conosce profondi processi di trasformazione(aumento delle separazioni,innalzamento dell’età di formazione,unioni di fatto,PACS o DICO, unioni tra omosessuali), spesso al centro del dibattito politico e culturale. Rifletti sul valore della comunità familiare ed esprimi i tuoi giudizi sul merito

Svolgimento

Negli ultimi anni la questione della famiglia ha suscitato un gran polverone”.
Riguardo a questo tema sono stati affrontati molti dibattiti.
Fino a pochi decenni fa, riconoscere legalmente l’unione coniugale di una coppia omosessuale o di conviventi eterosessuali, sarebbe risultato scandaloso dal punto di vista religioso e impensabile dal punto di vista politico.
Oggi invece, in alcuni stati, ciò è in tutto e per tutto legale; anche in Italia si sta per affrontare l’argomento.
Altrettanto caos ha suscitato la proposta di garantire alle coppie di conviventi non sposati i medesimi diritti di cui godono le famiglie unite nel vincolo del matrimonio.
La Chiesa ha ritenuto inaccettabile e contrastante con i propri ideali, visto che il matrimonio è considerato sacro, legalizzare l’unione tra omosessuali ritenendola una profanazione di tale atto.
La Chiesa ha inoltre espresso il proprio giudizio sfavorevole riguardo l’approvazione di una legge che definisca famiglia” con eguali diritti le coppie conviventi e le coppie sposate con rito religioso.
Inoltre, alcune coppie omosessuali hanno richiesto il diritto di poter adottare un bambino, e a questo punto mi sorprende che molti membri ecclesiastici non abbiano seriamente perso la pazienza.
Premettendo di non voler fare alcuna discriminazione, mi permetto di esprimere il mio parare a riguardo.
Credo che la famiglia necessiti di due figure di riferimento distinte: un uomo e una donna.
Questo non certo per ostacolare i diritti degli omosessuali, ma per creare un equilibrio e soprattutto per garantire una solida base di valori educativi per leventuale figlio della coppia.
Inoltre sarebbe veramente terribile avere due genitori dello stesso sesso: alla domanda Come si chiama la tua mamma (o il tuo papà)?” un bambino si sentirebbe costretto a rispondere Quale delle due?” il che lo porterebbe a essere escluso dai suoi amici e coetanei che lo taglierebbero fuori da ogni rapporto sociale.
Questo non mi sembra giusto, visto che queste scelte ricadrebbero sul povero bambino che si sentirebbe complessato e solo.
Per quanto riguarda le coppie conviventi ma non sposate, penso che da una parte sia giusto che non abbiano deciso di sposarsi visto che forse non si sentono ancora pronti per il grande passo del matrimonio e quindi rispetto la loro decisione, ma proprio per questo motivo non credo che debbano avere gli stessi diritti delle persone che al contrario hanno deciso di essere legate indissolubilmente da un sacramento così importante quale è il matrimonio.
Oltre a ciò le coppie non sposate non hanno il problema della separazione o del divorzio, che ultimamente sono aumentati vertiginosamente.
Penso che sapere di avere due genitori che non si amano più sia la cosa più orribile del mondo, visto che ognuno dovrebbe sentire le persone che gli stanno accanto volersi bene reciprocamente.
Il problema è più facilmente risolvibile se la coppia non ha avuto figli, anche se l’atto non perde la sua gravità.
Chiaramente ognuno è libero di fare le proprie scelte e ciò che gli sembra più opportuno. Credo però che per non danneggiare altre persone (soprattutto i figli), è bene agire pensando oltre che ai propri anche agli interessi altrui.
Concludo il mio pensiero dicendo che forse ciò che ho scritto fino ad ora è sbagliato, ma sono convinta che la vera famiglia si basa sul rispetto reciproco, la fiducia e soprattutto l’amore.

shares