Alda Merini

Il furto della verginità  di Alda Merini

Cenni biografici

Infanzia e giovinezza
1931: nasce a Milano da padre impiegato e mamma casalinga
Frequenta scuole professionali
Bocciata all’ammissione al liceo classico Manzoni
Studia il pianoforte
A 15 anni esordisce sotto la guida di Giacinto Spagnoletti
A 16 anni le prime ombre della sua mente: internata per un mese

Anni cinquanta
1951: Eugenio Montale e Maria Luisa Spaziani si accorgono di lei
Vanni Scheiwiller pubblica le sue poesie
Amicizia con Salvatore Quasimodo
1953: La presenza di Orfeo
L’amore
Matrimonio con Ettore Carniti
1955: nasce Emanuela
1958: nasce Flavia

Anni sessanta: l’incubo
1961-1972: la vita in manicomio e le altre due mie figlie, Barbara e Simona
Alda Merini è un simbolo di quello che avveniva nei manicomi, prima che le cose cambiassero con la Legge Basaglia (1978)

Il ritorno alla vita
1979: ricomincia a scrivere
1981: muore il marito

L’amore per il poeta Michele Perri
1983: sposa Michele e va a vivere a Taranto
1984: La Terra Santa
Nuovo internamento a Taranto
1986: ritorno a Milano
1988: muore Michele
Nuove raccolte di poesia
1993: premio Montale