ARTE ROMANA – Ara Pacis

» ara pacis » struttura di marmo quadrangolareche simula una recinzione, ingloba l’altare
» ha due ingressi (uno a est, uno a ovest) ed è tutta decorata con bassorilievi
» scopo propagandistico: esaltare le origini di Roma come divine (con il lupercale) ed
   esaltare la gens di Augusto (attraverso la raffigurazione di Enea)
  1. interno
      » nella fascia superiore sono scolpiti dei festoni tipici delle decorazioni romane
      » nella fascia inferiore ci sono i girali d’Acanto, fiori tipicamente romani
  1. esterno
» ingresso ovest » lupercale (scena mitica: lupa che allatta Romolo e Remo) e il pastore Faustolo
                           » Enea che offre sacrifici ai Penati di Lavinium
» ingresso est » Saturnia tellis, è la personificazione dell’età dell’oro e della madre terra
                       » personificazione di Roma
» Saturnia tellis » rappresenta madre terra che produce da sé i suoi frutti, che sfama le sue creature
                          » costruita secondo una disposizione ordinata (struttura secondo un asse simmetrico)
» al centro c’è la figura più importante, la madre terra che nutre dei bimbi
» la struttura compositiva richiama alle metope greche
» ai lati due ancelle rompono la rigidità con un movimento ad arco del velo
» sono figure di impostazione classica, ma hanno molto più chiaroscuro e sporgenza
» quando i romani ripropongono miti o personificazioni utilizzano lo stile classico
» l’età dell’oro non è un’epoca realmente esistita ma è un concetto associabile alla
   pace terrena permessa dal benessere comune, è un luogo e tempo ideale
» aspetto propagandistico: Roma è l’età dell’oro
» corteo» si trova sulla fascia superiore dei lati lunghi della costruzione, quelli senza gli ingressi
» è evidente il tentativo di dare corpo, massa alle figure secondo il gusto romano
» rispetto alla processione delle panateriali del Partenone c’è una successione più cadenzata
» i volti non sono idealizzati ma riprendono nei tratti fisionomici dei personaggi reali
» il ritmo presentato è un tentativo di ricondurre lo spettatore ad un modello già conosciuto
» il ritmo compositivo mette in relazione l’ara pacis con il Partenone, ma qui è identico e
   riproposto, mentre nel Partenone varia
» imitazione critica e razionale puntata a raggiungere uno scopo attraverso i luoghi comuni
» viene preso dal Partenone il ritmo proprio dei sacerdoti e messo a confronto con la
   famiglia di Augusto e con lo stesso imperatore, che è anche pontifex maximus
» anche la famiglia dell’imperatore viene investita della stessa sacralità
» raffigurando personaggi storici la sfera dell’ideale viene rotta da quella storica, immersa
   però nell’atemporalità ed aspazialità » Augusto permette una nuova età dell’oro
» greci: umanità idealizzata in luoghi e tempi reali; romani: umanità dentro l’ideale
» l’idealizzazione è del presente, non del modello cui deve tendere un uomo
» nella fascia inferiore del lato lungo esterno troviamo ancora la decorazione con i girali d’Acanto

                
  
                           Girali d’Acanto                                                  Corteo della famiglia augustea
  

                                                                           Saturnia tellis                                                                


i sacrifici di Enea
  

Lupercale                                                        
personificazione di Roma