Capire il mondo


tema svolto di Lorenzo Bortoluzzi 1°D

Traccia

Io non cerco di capire il mondo lo vivo e basta”. Commenta questa affermazione di un tuo coetaneo.

Svolgimento

Leggendo questa affermazione viene subito da pensare che la persona che l’ha pronunciata non abbia il minimo interesse ai problemi del mondo, quali la povertà, la fame, la guerra Però, è anche vero che una persona può decidere, nell’arco della sua vita, di cercare in qualche modo di capire il mondo, il perché viviamo, oppure, può decidere di fregarsene” e vivere secondo il proprio volere e senza preoccuparsi di altro, cioè senza rispondere alle domande sul perché della vita. Le motivazioni per cui questa persona ha fatto questa affermazione possono essere molte: la prima è che, come già detto, non vi sia alcuna intenzione di rispondere a domande profonde sull’esistenza; la seconda può essere che questa persona, seguendo la mentalità adolescenziale di oggi, si è sentita in dovere di dire ciò solo per piacere ai propri coetanei: ovvero una frase ad effetto; un’altra può essere che, dopo una riflessione personale, si sia rassegnata nel cercare di rispondere a domande a cui pochi tentano di rispondere; e ancora, come tanti ragazzi (tutti gli adolescenti in generale), non è andata a cercare nel profondo di ciò che pensava e alla fine si è espressa così.
Io sono contrario a questo progetto di vita. Secondo me, nessuno al mondo può vivere bene se non cerca di dare una risposta alle domande più importanti, quelle più impegnative e quelle che non hanno una risposta certa, matematica. Ovvio che queste, non devono diventare unossessione, perché altrimenti si rischia di trasformare la propria vita in un incubo.
Alcuni non capiscono perché al mondo ci debbano essere tante disparità, tante disuguaglianze, tante ingiustizie e infatti anche io non lo capisco, cerco di immaginarmi quel mondo che quando ero piccolo sognavo, o che comunque immaginavo, perché non conoscevo tutte quelle atroci” ingiustizie che dilagano sulla terra.
In fondo questa affermazione, anche se esageratamente radicale, nasconde una piccola verità: infatti noi adolescenti siamo forse ancora troppo immaturi e privi di esperienza per poterci dare risposte soddisfacenti o definitive. Vogliamo divertirci, stare con gli amici, fare ciò che più ci piace e di rado pensiamo a capire il perché di tutto ciò.
Forse le risposte esistono, e basta vivere pienamente e capire la propria vita, per comprendere, alla fine, tutto il mondo.