Colonialismo


Schema di studio di Silvia Sorrentino

FRA NAZIONALISMO ED ESPANSIONE COLONIALE

IL SECONDO REICH TEDESCO

à Ëœ       La Germania nasce nel 1871, Bismarck cancelliere, 25 stati (stato federale)

à Ëœ       potenza industriale

à Ëœ       politica di equilibrio e di mediazione

à Ëœ       con Guglielmo II egemonia

 

LA FRANCIA DELLA III REPUBBLICA

à Ëœ       Napoleone III sconfitto dalla Prussia, III repubblica

à Ëœ       1875 costituzione

à Ëœ       spirito nazionalista contro la Francia

à Ëœ       politica coloniale in Africa e Asia

 

LA GRAN BRETAGNA NELL’EPOCA VITTORIANA

à Ëœ       Regina Vittoria (1837-1901) momento più glorioso

à Ëœ       Conservatori e Liberali, entrambi interessati al colonialismo

à Ëœ       conquistarono: Canada, India, Pakistan, Bengala, Australia, Nuova Zelanda e parte dell’Africa, Egitto (canale di Suez)

à Ëœ       gli stati avevano lo status dominum, più autonomia

 

L’ITALIA ALLA FINE DELL’OTTOCENTO

1.LA SINISTRA AL POTERE: 1876

Motivi:

à Ëœ       nascita e sviluppo dell’industria

à Ëœ       partecipazione più ampia alla politica

à Ëœ       migliori condizioni sociali

Depretis:

à Ëœ       dal 1876 al 1887

à Ëœ       analfabetismo, legge Coppino: scuola gratuita e obbligatoria

à Ëœ       condizioni sociali, inchiesta sull’agricoltura(1877/1884): Stefano Jacini; nel 1880 no tassa sul macinato

à Ëœ       più elettori: da 25 a 21 anni, da 40 a 19 lire

à Ëœ       trasformismo: Depretis cercava consenso nella destra e nella sinistra

Crispi:

à Ëœ       dal 1887 al 1891

à Ëœ       dal 1893 al 1896

à Ëœ       modello di Bismarck

à Ëœ       1889 codice penale nuovo

à Ëœ       libertà di sciopero

à Ëœ       no pena di morte

à Ëœ       1894 scoglie il partito Socialista

à Ëœ       dazi doganali, politica protezionistica

à Ëœ       infrastrutture: rete ferroviaria, grandi fabbriche,industrie tessili

à Ëœ       tutela dei lavoratori

à Ëœ       nel 1881 contatti interrotti con la Francia

à Ëœ       nel 1882 Triplice Alleanza con Germania e Austria

à Ëœ       1894 Banca Commerciale Italiana

à Ëœ       1895 Credito Italiano

 

2.LA POLITICA COLONIALE ITALIANA

à Ëœ       Puntavano alla Somalia, Eritrea, Etiopia

à Ëœ       con Crispi occupazione di Somalia e Eritrea: terre povere, no stretto di Aden perché controllato dai Francesi

à Ëœ       sconfitta più devastante: 1 marzo 1896 Adua, Crispi si dimette

 

3.MOVIMENTO SOCIALISTA E MOVIMENTO CATTOLICO

à Ëœ       1882 Andrea Costa, primo deputato socialista nel parlamento

à Ëœ       Turati 1892 partito dei lavoratori italiani, dal 1895 partito socialista italiano

à Ëœ       a essi si affiancarono e si opposero le organizzazioni cattoliche

à Ëœ       1895 azione cattolica (no scuola di stato)

à Ëœ       opera dei congressi dal 1874 riguardavano famiglia, assistenza, scuola

à Ëœ       1891 rerum novarum

à Ëœ       fine secolo crisi in tutti i campi

à Ëœ       Umberto I: dura repressione, scioglie il Parlamento

 

GLI IMPERI COLONIALI

1.CARATTERISTICHE DEL NUOVO COLONIALISMO

à Ëœ       non più le compagnie commerciali ma gli Stati nazionali

à Ëœ       obiettivi: controllo delle risorse, nuovi mercati per le industrie nazionali, diffusione della civiltà europea

à Ëœ       attività economiche locali soppresse

à Ëœ       militari, funzionari, uomini d’affari e missionari religiosi

2.LA SPARTIZIONE DEL MONDO

La Cina si apre all’Occidente

à Ëœ       Gran Bretagna penetra in Cina, base commerciale a Singapore, porto di Canton

à Ëœ       pagavano le merci cinese con l’oppio, la Cina si ribella, la Gran Bretagna risponde con la Guerra dell’Oppio (1839-1842)

à Ëœ       Guerra dell’Oppio: aperture dei territori cinesi alle attività europee, Gran Bretagna ottiene il dominio su Hong Kong

à Ëœ       Francia e Stati Uniti 1844 trattati simili a quelli inglesi

à Ëœ       lo stesso Germania, Russia, Giappone

L’Europa e il mondo

à Ëœ       Africa, Asia e Australia terre di colonizzazione

à Ëœ       Conferenza di Berlino 1884 1885: ridefinire i confini delle influenze europee, senza tener conto delle differenze delle popolazioni africane, alla fine del secolo l’intera Africa era europea.

 

3.IL GIAPPONE: NUOVA POTENZA OCCIDENTALE”

à Ëœ       Gli Stati Uniti nel 1853 entrarono nel porto di Yedo, nel 1858 diritti di attracco e libero commercio.

à Ëœ       Lo stesso Russia, Germania, Olanda, Gran Bretagna e Francia

à Ëœ       inizio di una trasformazione radicale: Mutsuhito (1868 – 1912), simbolo del governo illuminato

à Ëœ       abolizione delle caste

à Ëœ       potere assegnato ai prefetti locali, dipendenti dallo Stato

à Ëœ       1889 costituzione, potere gestito dall’imperatore con l’aristocrazia militare e nuova borghesia industriale

à Ëœ       istruzione obbligatoria

à Ëœ       codice civile

à Ëœ       enorme sviluppo economico e industriale, concentrato a costruire fabbriche e infrastrutture

industria metallurgica : potenziare capacità militari

à Ëœ       iniziativa coloniale giapponese puntava alla Corea, conquistata fra il 1894-1895

à Ëœ       isola di Formosa e altri territori