CRETESI – MICENEI – GRECI

CONTESTO STORICO – POEMI OMERICI
          II millennio a.C. » popolazione derivante dall’Europa dell’est migra verso l’Asia Minore
                                 » i nostri storici li chiamano indoeuropei per lingua e tradizioni comuni
                                 » si mescolarono con le popolazioni autoctone (chiamati Eoli o Pelasgi)
                                 » fondarono molte città fiorenti, soprattutto sull’isola di Creta
                                 » la civiltà cretese (o Minoica, dal principale re, Minosse) lasciò tracce
                                    numerose nell’architettura (palazzi) e nell’arte (dipinti e statue)
                                 » palazzipiù famosi sono quelli di Cnosso e Festo
                                 » tra 1900 e 1500 a.C. questa civiltà si afferma sempre più nel
                                    Mediterraneo per la superiorità marittima e commerciale (talassocrazia)
                                 Â» i Cretesi avevano due scritture: lineare A (sillabica) e una geroglifica
                                 » lineare A non è stato ancora decodificato
                                 » metà del II millennio a.C. le tavolette ritrovate contengono un altro tipo di
                                    scrittura, il lineare B, diffusa anche nel continente (soprattutto
                                    Peloponneso) e codificata nel 1952 da Michael Ventris
                                 » è la forma più antica di greco e segno di una nuova civiltà,quella micenea
          Civiltà micenea » si sviluppa intorno al XVI e XIII secolo a.C.
                                » il nome deriva dalla città di Micene, luogo più fiorente della civiltà
                                » città: nel Peloponneso (Pilo, Argo), a Corinto, nell’Attica, a Creta
                                » palazzo = centro culturale e della vita sociale (come a Creta)
                                » questi palazzi però sono protetti da mura, arrocati su alture, con a capo il
                                   wànax, il re, affiancato dai suoi funzionari
                                Â» intorno al palazzo viveva il popolo, il dèmos
                                » dire Micenei ed Achei è la stessa cosa
                                » si sostituirono probabilmente alla civiltà cretese (presenza lì del lineare B)
                                » guerra di Troia è un momento di espansione micenea verso l’Asia Minore
                                » avviene verso il 1250 a.C. presso Troia, vicino allo stretto dei Dardanelli
          XII a.C. » fine improvvisa della civiltà micenea, ci sono più teorie a riguardo
1.      attacchi del popolo del mare, che già aveva messo in crisi la solidità
2.      attacchi dei Dori: popolo meno sviluppato ma più agguerrito, provenienti da nord
3.      fattori interni: cataclismi naturali causano carestie, che causano a loro volta rivolte e movimenti della popolazione fino alla caduta completa
4.      insieme di queste ipotesi: il buco amministrativo favorisce gli attacchi
                           » dalla fusione dei micenei con i dori si può iniziare a parlare di greci
          XII-IX a.C. » periodo oscuro (perché privo di documenti su cui basarsi): medioevo ellenico
1.      regredisce l’artigianato
2.      il commercio ristagna
3.      agricoltura di sussistenza
  » ripresa dal medioevo ellenico per vari fattori
1.      il potere viene preso in mano dai proprietari terrieri
2.      diffusione dell’aratro e del vomere, nuovi strumenti che incrementano l’agricoltura e ne permettono la fioritura
3.      tra il X e il IX a.C. comunque continuano a navigare verso l’Asia Minore
4.      rinnovamento dell’arte con grande produzione artistica
5.      incremento demografico » i mercanti iniziano a stabilirsi altrove fondando
                                                 così le prime colonie, riferendosi alla madrepatria
                                              Â» prima colonizzazione
6.      sviluppo della lingua che incrementa la cultura del parlante
7.      con la fondazione delle colonie il commercio è maggiore (la più antica risale all’800 a.C., al-Mina, stanziata vicino ai fenici, ricchi di oggetti artistici)
8.      comparsa delle pòlis, le nuove città con una struttura politica diversissima
          1200-800 a.C. » età ellenistica
          800-500 a.C. » età arcaica (poemi omerici, scrittura, filosofia, basi dell’Europa futura)
                            » VIII-VI sec a.C. seconda colonizzazione
1.      a seguito di un benessere maggiore e dell’incremento demografico
2.      spostamento verso ovest: colonizzazione dell’Italia
3.      fondazione della Magna Grecia
 Â» dalla mancata unità politica delle pòlisderiva una mancata unità linguistica
 Â» non esiste una lingua greca, ma diversi dialetti (διάλεκτος)