Designer e vetrai al servizio del profumo


dalla tesina interdisciplinare “Il profumo” di Elena Squellerio, classe 5°A – a.s. 2007-2008

Oltre l’architettura

Contenuto e forma, nel caso delle fragranze, risultano elementi indivisibili: si compenetrano si supportano e si potenziano a vicenda. Per questo motivo la storia del profumo può essere letta anche come storia dei flaconi. Al vetro spetta il ruolo primario, ma prima che venisse scoperta la tecnica della soffiatura (I secolo a.c.), furono utilizzati numerosi altri materiali tra i quali la ceramica e la terracotta dipinta. Fra le innovazioni dell’Europa medioevale vanno inoltre segnalati i pomader”, ovvero piccoli globi contenenti sostanza profumate solide, come ambra e muschio, realizzati in filigrana d’argento e doro. Con il passare dei secoli questi oggetti vengono impreziositi da decorazioni e smaltature.

Curiosità

L’applicazione dellingrediente olfattivo nelle varianti più insolite ed inconsuete ha stimolato la creatività di alcuni, che hanno voluto dare a tale percezione una nuova identità. In alcune città come Marsiglia è stata istituita una nuova professione: lannusatore metropolitano. Si tratta di persone che hanno il compito di percepire la bontà dell’aria e, attraverso l’utilizzo di rilevatori elettronici, di individuare le componenti non annusabili in essa. In realtà questo mestiere non è una novità; già nel Seicento esistevano annusatori con il compito di percepire i miasmi del colera ed intercettare gli untori.
Diverso è invece il caso di Tokyo. Alcune tra le personalità più bizzarre, nonché dipendenti di una della più grandi catene di grandi magazzini giapponesi, hanno rivoluzionato il rapporto di tipo iconico tra la materia da cui l’essenza viene estratta e l’essenza stessa. Essi infatti grazie all’estrazione in termini iconici o allusivi degli odori di alcune città sono gli ideatori della linea di fragranze aroma trip”. Naturalmente si tratta di fragranze frutto di un’operazione di marketing più che di uno studio di tipo iconico-sensoriale. Secondo aroma trip”, comunque, Roma profuma di fiori darancio, Istanbul di curcuma e Londra di muschio.

                               

  • torna all’indice della tesina interdisciplinare Il profumo di Elena Squellerio VA a.s. 2007/2008