Dichiarazione di Piero Jahier

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=OLKYyDaGqXs&autoplay=1[/embedyt]

Dichiarazione di Piero Jahier

prof. Luigi Gaudio

  • PIERO JAHIER riflette sul popolo, definendolo in modi diversi
  • Aspetti formali della poesia:

1.La suddivisione in sei strofe di lunghezza ineguale

2.Le anafore, allitterazioni, rime, assonanze e consonanze

Dichiarazione di Piero Jahier

  • Altri morirà per la Storia d’Italia volentieri
    e forse qualcuno per risolvere in qualche modo la vita.
    Ma io per far compagnia a questo popolo digiuno
    che non sa perché va a morire
    popolo che muore in guerra perché «mi vuol bene» 5
    «per me» nei suoi sessanta uomini comandati
    siccome è il giorno che tocca morire.
  • Altri morirà per le medaglie e per le ovazioni
    ma io per questo popolo illetterato
    che non prepara guerra perché di miseria ha campato 10
    la miseria che non fa guerre, ma semmai rivoluzioni.
  • Altri morirà per la sua vita
    ma io per questo popolo che fa i suoi figlioli
    perché sotto coperte non si conosce miseria
    popolo che accende il suo fuoco solo a mattina 15
    popolo che di osteria fa scuola
    popolo non guidato, sublime materia.
  • Altri morirà solo
    ma io sempre accompagnato:
    eccomi, come davo alla ruota la mia spalla facchina 20
    e ora, invece, la vita.
  • Sotto ragazzi,
    se non si muore
    si riposerà allo spedale.
    Ma se si dovesse morire 25
    basterà un giorno di sole
  • e tutta Italia ricomincia a cantare.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: