Don Savino un prete innamorato di Cristo – di Alberto Gomarasca

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Don Savino ci ha lasciati per il concretizzarsi del suo grande desiderio che lo ha accompagnato, condotto in tutta la sua vita: vedere Cristo.
Ora gli sarà certo molto più facile di quanto non fosse nel cammino di questa vita nel quale pure ad ogni occasione gioiosa o triste, facile o difficile, semplice o complicata riusciva a scorgerLo anche dove noi che gli stavamo vicini non lo vedevamo o faticavamo a percepirLo  presente. Lui ce lo rendeva vivo, presente nell’oggi della nostra vita.
Era un sacerdote appassionato della sua vocazione ed immerso profondamente nel suo ministero.
Era un uomo vero con tutti i suoi  pregi ed i suoi limiti che non nascondeva e ringraziava sempre coloro che, amandolo così come era, gli facevano presente ciò che doveva ancora perfezionare.
La malattia, sopportata con cristiana accettazione, non ha fiaccato la sua preoccupazione per il bene della Chiesa particolare in quel momento affidatagli, per i suoi amici ed i suoi parrocchiani, fino all’ultimo ha fatto progetti per rendere più facilmente incontrabile a tutti Cristo.
Ha sofferto molto e non solo per la malattia, ha sofferto perché è stato un uomo obbediente a tutto ciò che gli veniva chiesto, cosciente che chiunque glielo chiedesse non era che lo strumento di Cristo per il suo bene.
Ora è in pace e ci mancherà sempre molto.
Ore 8 di lunedì 8 febbraio 2016.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: