Emilia Romagna

L Economia

Tra le regioni italiane lEmilia Romagna è una delle più sviluppate e progredite sia per l industria sia per l agricoltura. Questi due settori hanno avuto una crescita costante e parallela : in entrambi prevale la piccola e media impresa e sono molto diffuse le cooperative.

 


  

L agricoltura, tra le più avanzate d’Italia, è alla base dell economia regionale : le campagne sono fertili, abbondantemente irrigate e coltivate con tecniche avanzate e l’industria fornisce i mezzi necessari per l attività, come concimi e macchine agricole. La Regione è la prima produttrice nazionale di grano tenero e di barbabietole da zucchero, ma è rilevante anche la coltivazione di riso, orzo, uva, frutta e ortaggi.

 

Notevole è l allevamento di bovini e suini che è alla base di due produzioni tipiche emiliane famose in tutto il mondo : gli insaccati (prosciutti, zamponi, mortadella) e i formaggi di pregio (parmigiano reggiano).

Sono fiorenti anche le industrie alimentari legate alla lavorazione dei prodotti agricoli (conservatrici, pastifici, zuccherifici, stabilimenti vinicoli). Le più importanti industrie si sono sviluppate lungo la via Emilia : automobilistiche (Ferrari, Lamborghini, Macerati), meccaniche, tessili, elettroniche, chimiche (ENI e Montedison), di abbigliamento, ceramica e materiali edili ed editoria. L efficiente rete di comunicazioni ha permesso un grande sviluppo del settore terziario, specialmente quello relativo al commercio.

Il turismo offre all’economia un importante contributo con le città d’arte come Ravenna, Ferrara e Bologna, le località termali come Salsomaggiore, i centri di sport invernale sugli Appennini e, soprattutto, le attrezzate spiagge della Riviera Romagnola, rinomata in tutta Europa.