Epilogo


della tesina multidisciplinare “Attaccamento, separazione e perdita dalla nascita alla morte”

Corso Dirigenti di Comunità – Anno 2005/2006 di Nicola Schiavone

L’idea fondamentale di John Bowlby è quella dei cicli di deprivazione: il bambino emotivamente deprivato di oggi diventerà il genitore trascurante di domani. Egli sostiene, forse con una certa, triste ingenuità, che con una concentrazione di sforzi sociali, economici e psicologici, la società potrebbe invertire questi circoli negativi cos’ che si possa, in due o tre generazioni, rendere possibile a tutti i ragazzi ed a tutte le ragazze crescere e diventare uomini e donne che, garantiti nella salute e nella sicurezza, siano capaci di fornire ai loro figli una vita stabile e felice.

In questo lavoro si è cercato di esporre come l’enorme ricerca e gli studi operati da John Bowlby hanno rilevato alcuni elementi relazionali che forniscono le fondamenta della salute psicologica: un senso di sicurezza, di efficienza, di essere amati e di avere la capacità di amare, di essere una persona nel mondo, proprio come gli altri e, tuttavia, con una storia biografica, di affrontare e resistere ai fallimenti, alle perdite e alle delusioni, che sono la conseguenza inevitabile della nostra esistenza.

Sulla base di un attaccamento sicuro sarà possibile affrontare le perdite, i fallimenti e la fugacità insita in tutte le cose, e riconoscere che, se le circostanze permettono un lutto e un dolore appropriato, allora dalle difficoltà può venire un nuovo inizio.

Nicola Schiavone