Formazione umanistica: nostalgia od opportunità? – di Maria Assunta Scannerini