Francesco Petrarca

 

Confronto Dante / Petrarca

à¢â‚¬¢      Ha spirito medievale

 

à¢â‚¬¢      E uomo del Comune

 

à¢â‚¬¢      Ha cultura enciclopedica di stampo aristotelico/scolastico

 

à¢â‚¬¢      E attivo, fa politica

 

à¢â‚¬¢      Indole granitica, religiosità salda

à¢â‚¬¢      Ha spirito classicista/preumanista

à¢â‚¬¢      E esule cosmopolita

 

à¢â‚¬¢      Ha cultura classica – segue la linea Platone/Cicerone/S:Agostino

 

à¢â‚¬¢      Attività letteraria esclusiva

 

à¢â‚¬¢      Tormento, crisi interiore, contrasti

  Cosmopolitismo ed europeismo

à¢â‚¬¢      Nasce esule

à¢â‚¬¢      Vive ad Avignone

à¢â‚¬¢      Soggiorna presso varie corti

à¢â‚¬¢      Non è legato a un Comune (fase di passaggio alla Signoria)

Si crea ideali politici legati alla tradizione letteraria attualizzandoli (mutatio)

à¢â‚¬¢      Idea di impero universale

à¢â‚¬¢      Roma caput mundi

à¢â‚¬¢      Invettiva contro corruzione ecclesiastica

  Professione letteraria

à¢â‚¬¢      Dal dilettantismo” di età comunale al professionismo

à¢â‚¬¢      AUTONOMIA e LIBERTA nel rapporto con i potenti

à¢â‚¬¢      STATUS ECCLESIASTICO a sostegno economico

PRIMATO DELLA PROFESSIONE LETTERARIA (liberale, disinteressata) sulle altre attività MECCANICHE, interessate alla società urbana

à¢â‚¬¢      Il letterato deve vivere in campagna, praticare caccia, agricoltura” (dal De vita solitaria)

Prove concrete:

à¢â‚¬¢      abbandono studi diritto

à¢â‚¬¢      rifiuto cariche ecclesiastiche impegnative

à¢â‚¬¢      vita a corte non servile

à¢â‚¬¢      periodi isolamento (Arquà, Selvapiana, Valchiusa)

à¢â‚¬¢      BIOGRAFIA IDEALE DI SE STESSO a conferma di tali ideali

  Preumanesimo e studia humanitatis

à¢â‚¬¢      Cenacolo di amici – discepoli – corrispondenti > epistolario su modello di Cicerone

à¢â‚¬¢      Riscoperta cultura classica senza forzature allegoriche, con intento filologico

à¢â‚¬¢      Colloquio ideale con gli antichi = familiares

Tentativo di conciliazione fra

à¢â‚¬¢      CLASSICITA (prime opere)

à¢â‚¬¢      CRISTIANESIMO MEDIEVALE (opere maturità)

à¢â‚¬¢      Rifiuta Aristotele che spiega la virtù ma non la ama” e la cultura libresca rigidamente organizzata nelle Università

Sceglie il LATINO per un pubblico elitario = DOTTI

à¢â‚¬¢     Nel volgare trasferisce il decoro classico

à¢â‚¬¢     Disprezza il volgo che sciupa” la poesia senza comprenderla

  Canzoniere

à¢â‚¬¢     scritto dal 1342 alla morte e continuamente limato”

à¢â‚¬¢     insieme di microtesti (liriche autonome)

à¢â‚¬¢     macrotesto: libro bipartito >rime in vita >rime in morte

à¢â‚¬¢     stacco: pausa interiore, ripensamento, nuova poesia

Il Canzoniere è la STORIA DI UNANIMA
(oscillazioni tra stati fisici e psichici opposti – inquietudine – contrasti religiosi e morali)

à¢â‚¬¢     non c’è diario sentimentale cronologico con intento narrativo

Laura è personaggio letterario, non biografico

à¢â‚¬¢     SUPERAMENTO STILNOVISMO:

à¢â‚¬¢     non è angelo (immagine solo metaforica)

à¢â‚¬¢     è donna reale (invecchia, muore, la sua bellezza sfiorisce)

à¢â‚¬¢     è percepita dal poeta come ostacolo al raggiungimento della pace spirituale

Incapacità di rinunciare a questo amore pur cogliendone la peccaminosità (cfr. Secretum) Senso della caducità delle passioni terrene, anche se nobili)

à¢â‚¬¢      (tempus fugit; morte percepita in modo problematico, non come sereno approdo)

Conflitto fra:

à¢â‚¬¢      RAGIONE e RELIGIONE (consapevolezza della necessità di perdersi in Dio)

 

à¢â‚¬¢      Ansia di ASSOLUTO

à¢â‚¬¢      SOGNO che la vita, con i suoi affetti, si prolunghi oltre la morte

à¢â‚¬¢      TERRESTRITA

  Superiore controllo dei conflitti operato mediante lo STILE

à¢â‚¬¢      naturalezza sapientementemente costruita

à¢â‚¬¢      uso calibrato degli artifici retorici

à¢â‚¬¢      regolarità metrico-sintattica

Solo a tratti prevale il gusto per lartificio (solco del trobar clus e delle petrose dantesche) nugae, nugellae, rerum vulgarium fragmenta

à¢â‚¬¢     definizioni non dispregiative, che indicano la breve durata, loccasionalità, l’impegno più lirico che tragico

  Lode della donna

à¢â‚¬¢      Il rinnovamento della lode stilnovistica si attua attraverso:

1. Fisicità della donna, sublimata ma mai smaterializzata

à¢â‚¬¢      Donna sostituita da senhal:

à¢â‚¬¢      LAURO (Laura metamorfizzata – come Dafne – elemento naturalistico che allude anche all’eccellenza poetica)

à¢â‚¬¢      LAURA (soffio del vento che anima la natura in cui Laura è introdotta)

2. Prospettiva spaziale

à¢â‚¬¢      Spazio della vita, colto soggettivamente

3. Prospettiva temporale

à¢â‚¬¢     Coscienza dello scorrere del tempo

à¢â‚¬¢     alternanza fra passato (evocato dalla memoria)  e presente

à¢â‚¬¢     MOBILITA: – io di allora

à¢â‚¬¢                         – io presente

4. Interiorizzazione degli effetti della contemplazione di Laura

à¢â‚¬¢     Nel poeta (io),

à¢â‚¬¢     non in tutti gli uomini

5. Personalizzazione

à¢â‚¬¢      Cioè costruzione, attraverso le vicende d’amore, di una personalità che si pone come ESEMPLARE

Tema amoroso in Petrarca

à¢â‚¬¢      Laura è espressione della bellezza fisica e spirituale perfetta

à¢â‚¬¢      ma l’amore in P. non è esercizio spirituale, bensì passione persistente ed è considerato peccaminoso

à¢â‚¬¢      TEMA STILNOVISTICO

 

à¢â‚¬¢      TEMA TROBADORICO

 

à¢â‚¬¢      EDUCAZIONE CRISTIANA

Laura è donna vera che turba

à¢â‚¬¢      INACCESSIBILITA DELLOGGETTO AMATO

  Concezione politica del Petrarca

à¢â‚¬¢      1.  Legato inizialmente alla politica della Curia

à¢â‚¬¢      2.  Posizione autonoma

 

à¢â‚¬¢      Svolge attività politica volta ad ottenere PACE e BUON GOVERNO

 

à¢â‚¬¢      Sente la decadenza dell’Impero

à¢â‚¬¢      Non è spirito municipale, di parte (cfr.Dante), ma uomo nazionale > vede l’Italia come UNITA STORICAMENTE VIVA (non giardino dell’Impero”)

à¢â‚¬¢      L’Impero non può eliminare le discordie dell’Italia

à¢â‚¬¢      La Chiesa è s’ suprema autorità religiosa, spirituale, ma è corrotta e andrebbe risanata.

Petrarca ha il concetto di unità superiore della nazione

à¢â‚¬¢      Idea di origine letteraria (Petrarca è l’umanista che rievoca sui classici l’antica grandezza dell’Italia)

à¢â‚¬¢      Idea legata alla presenza in Italia di SIGNORIE VASTE = unità regionali

 

à¢â‚¬¢      Cantò la PACE e la cercò presso i potenti

à¢â‚¬¢      Mirò a conquistare PACE e LIBERTA interiori