Gli atti amministrativi di un dirigente scolastico

Atto amministrativo è una dichiarazione concreta di volontà, cioè espressione della volontà dello stato (es. nomine, incarichi, certificazioni).

I provvedimenti sono una particolare categoria degli atti amministrativi.

Vizi del provvedimento possono essere:

  1. la irregolarità
  2. l’illegittimità
  3. l’inesistenza

Il Dirigente Scolastico può esercitare il potere di autotutela, cioè può “correggere” le decisioni prese, anche perché, magari, cambiate le condizioni, ritirandole tramite:

  1. annullamento
  2. revoca
  3. sospensione o abrogazione (di fatto questo tipo di ritiro avviene soprattutto da parte di un ministero, non da parte di un dirigente scolastico)

Gli atti amministrativi sono definitivi, e quindi impugnabili non per via gerarchica (direttore USR) ma per via giuridica (tribunale amministrativo)