I giovani


tema svolto di Onnis Davide

Traccia

I giovani attuali nella comunicazione di massa (programmi televisivi, giornali, cronaca…):
– come vengono rappresentati?
– Ti riconosci in questa rappresentazione?
– La senti adeguata, veritiera, esaustiva?

Svolgimento

Per capire che idea hanno gli adulti di noi giovani basta semplicemente accendere il televisore o sintonizzare la radio su una qualche frequenza. Pioveranno notizie inerenti ad adolescenti  bruciati da alcol e droga, di ragazzi che si picchiano in classe o si accendono uno spinello nell’ora di matematica. Dato che questa è l’unico aspetto adolescenziale noto a chi non è un adolescente, lo stereotipo del quindicenne è diventato quello del ragazzo che non ha rispetto per nessuno, e come fanno vedere spesso alla tv, che non rispetta nemmeno la legge. Ci sono invece altri ragazzi, che non sono dei santi però nemmeno dei teppisti, che non vengono mostrati in televisione. Io mi ritengo uno di quei ragazzi, che semplicemente, si possono definire normali”. Capisco che questo termine ormai lo si sente dire poco quando si parla di adolescenti, però ogni tanto farebbe piacere sentirlo dire. Il ragazzo che fuma in classe finisce sul telegiornale, mentre mai una volta che fanno delle notizie sui ragazzi che fanno volontariato o che magari fanno gli animatori nella propria parrocchia. A causa di ciò gli adulti sono spinti a pensare che tutti i ragazzi sono uguali, facendo delle assurde generalizzazioni. Perciò questa immagine del ragazzo quindicenne non mi sembra ne veritiera e tanto meno adeguata. Il mio parere è che ogni ragazzo è diverso, e che quindi prima di fare delle generalizzazioni, sarebbe più appropriato pensarci un po su.