Il Diavolo e la signorina Prym


di Paulo Coelho

Cl’audio Pagani 5’F

Titolo: “Il Diavolo e la signorina Prymm”

Autore: Paulo Coelho

Riassunto:      Un giorno nel tranquillo paesino di Viscos arriva uno straniero.  Una donna anziana di nome Berta, la quale con gli anni aveva imparato a “vedere” le persone, si accorge subito che egli era accompagnato dal diavolo.

Questo straniero prenota una camera in una locanda del paesino.

Un giorno, mentre stava tornando da una passeggiata nel bosco, incontra una ragazza sulle sponde del torrente che bagnava il paesino: era Chantal Prym, la cameriera della locanda.  Lo straniero le rivela un segreto e le fa proposta.  La porta nel bosco e le rivela di aver seppellito undici lingotti d’oro, dei quali uno sarebbe stato suo e gli altri dieci del paese se entro la fine del suo soggiorno di una settimana, fosse stato commesso un delitto a Viscos.  Per i tre giorni successivi Chantal non riesce a dormire e nella notte viene visitata dal bene, dal bene e dal male insieme e poi solo dal male.

Le giornate passano tranquille per il paese perché Chantal non ha ancora rivelato niente a nessuno.  Il quarto giorno del suo soggiorno lo straniero dà un appuntamento a Chantal.  L’incontro avviene nel bosco che circonda il paese, nel luogo dove sono stati seppellito i lingotti.  In questa occasione lo straniero racconta un episodio della sua vita, ovvero la motivazione della sua folle proposta.  Lui lavorava per una grande fabbrica di armi.  Un giorno gli vennero sequestrate la moglie e le due figlie in cambio di una grande quantità di armi.  Quando ormai i sequestratosi erano circondati anziché rassegnarsi spararono uccidendo i tre ostaggi.  Da quel momento l’uomo vive con un quesito: l’uomo è di natura cattiva o quello è stato solamente un episodio?  Per darsi una risposta ha fatto questa proposta.

Il giorno successivo Chantal decide di raccontare la vicenda ai clienti del bar.  Dopo la sconvolgente rivelazione tutti sembrano disinteressati e considerano Chantal una pazza, però prendono in considerazione la proposta di nascosto da lei.

Intanto Chantal aveva fatto un patto con lo straniero che anche se nessuno fosse stato ucciso, comunque i lingotti sarebbero stati dati alla città in ricompensa per la sua rettitudine Un giorno viene organizzata un’assemblea tra il parroco del paese, la moglie del sindaco, il sindaco, la locandiera e il proprietario terriero.  Durante questa assemblea i componenti decidono che la vittima sarà Berta, la vecchia considerata una strega, poiché malata e quindi inutile alla comunità.  La sera stessa viene così convocata un’assemblea per gli uomini del paese.

Decidono che il sacrificio di Berta avverrà la sera successiva ove tutti le spareranno.

La sera prestabilita gli uomini arrivano a casa di Berta, che aveva capito tutto e aveva domandato in sua memoria la costruzione di una fontana.  Il parroco e altri due uomini, accompagnati da tutti i paesani, le danno un sonnifero e la portano nel bosco vicino ad una grande pietra,.  Durante il giorno la locandiera aveva ordinato allo straniero di andare a prendere i lingotti nel bosco e di portarli la sera per controllarne la loro autenticità,

Un momento prima dell’esecuzione, davanti alla folla con i fucili spianati, si pone Chantal spiegando che era una stupidaggine quella che stavano facendo.

Infatti sarebbe stato un problema troppo grosso dividere l’oro tra i cittadini e incassarlo.  Così convinti dalle parole di Chantal i cittadini tornano a casa lasciando nella radura Chantal, lo straniero e Berta addormentata.

Il giorno successivo lo straniero, dopo aver accompagnato Chantal ad incassare l’oro, se ne va via per sempre da Viscos.

Personaggi principali:

La signorina Prym, la persona più giovane di Viscos, è una ragazza che si lamenta sempre di tutto e non agisce mai, ma questa esperienza le cambierà la vita.

Lo straniero è un uomo che ha perso le due cose che aveva di più importante nella vita: sua moglie e sua figlia; dopo il giorno della loro morte lo straniero vaga per il mondo in cerca di una risposta alla domanda: l’ uomo è buono o cattivo?

Berta invece è una donna molto vecchia che dopo la morte del marito, avvenuta molti anni prima, ha passato tutto il tempo su una sedia davanti a casa sua in compagnia dello spirito del compagno.

Spazio e tempo: le vicende si svolgono in un paese in decadenza di nome Viscos.  Il paese si trova nei pressi di alcune montagne in una regione celtica. 1 fatti si svolgono nel gennaio dell’ anno 2000.

Situazione iniziale: la situazione iniziale è un paese in cui tutto segue una routine precisa e ognuno ha il proprio compito.

Conclusione della vicenda:la vicenda si conclude con Chantal che va via dal paese di nascosto con i suoi lingotti d’oro, lo straniero con la sua risposta e Berta con una statua in cambio del silenzio riguardo al suo tentato omicidio.

Scopi più evidenti del libro: lo scopo più evidente del libro è quello di far riflettere il lettore sull’ indole umana e fargli fare un piccolo esame di coscienza in modo da capire la propria indole.

Linguaggio usato: il linguaggio è l’italiano corrente utilizzato in modo lineare e ben comprensibile.

Temi: Sicuramente il tema principale del libro è la lotta tra il bene e il male, rappresentata sotto la decisione di uccidere o no Berta, e nella lotta tra gli angeli e i diavoli che aleggiano intorno alle figure di Chantal e dello straniero.

Lo straniero è inizialmente accompagnato dal Diavolo, ma durante lo svilupparsi della storia comincia a riaccendersi anche la luce del suo angelo che lo aveva abbandonato due anni prima.  Chantal invece è accompagnata dal suo angelo che in alcuni momenti viene sopraffatto dal Diavolo, ma alla fine sarà il primo sarà a vincere.

Quasi fino alla fine del libro sembra avere la meglio il male, infatti viene organizzato tutto per uccidere Berta, ma alla fine vince il bene.

Il bene non trionfa: l’omicidio non viene fatto solo perché è troppo rischioso e scomodo commettere il male: è troppo rischioso incassare gli undici lingotti d’oro promessi come ricompensa.

Giudizio generale:questo libro a me non è piaciuto moltissimo perché il tema che affrontava, la lotta tra il bene ed il male, è affrontato in modo troppo fantastico.  Avrei preferito una vicenda più vicina al reale.