Il profumo

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

di Patrick Süskind

dalla tesina interdisciplinare “Il profumo” di Elena Squellerio, classe 5°A – a.s. 2007-2008

“Nel diciottesimo secolo visse in Francia un uomo, tra le figure più geniali e scellerate di quell’epoca non povera di geniali e scellerate figure. Qui sarà raccontata la sua storia. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille, e se il suo nome contrariamente al nome di altri mostri geniali quali De Sade, Saint-Just, Fouchè, Bonaparte ecc.,oggi è caduto nell’oblio non è certo perché Grenouille stesse indietro a questi più noti figli delle tenebre per spavalderia, disprezzo degli altri, immortalità, empietà insomma, bensì perché il suo genio e unica ambizione rimase in un territorio che nella storia non lascia traccia: nel fugace regno degli odori.”

Trama del libro

La trama del romanzo, ambientato nel diciottesimo secolo, si articola intorno all’impalpabile mondo degli odori e delle percezioni. Il protagonista è  Grenouille; nato nel luogo più puzzolente di tutta Francia viene rifiutato, per la sua mancanza di odore, fin dalla nascita dall’intera società. A causa di questo difetto e delle superstizioni popolari, il giovane viene considerato posseduto dal demonio e portatore di peccato. Crescendo, scopre di possedere una straordinaria capacità di percepire e distinguere gli odori. La sua esperienza olfattiva cresce di giorno in giorno e Grenouille sviluppa un gigantesco vocabolario di odori. Forte di questa qualità, il giovane, decide di diventare il più grande profumiere del mondo. Il lettore lo segue nel suo peregrinare tra botteghe odorose come apprendista stregone in grado di superare in breve ogni suo maestro. L’ambizione di Grenouille non è però ne il guadagno, né la sete di gloria; egli persegue infatti il suo folle e morboso sogno: rivoluzionare il mondo degli odori, creando un profumo in grado di dominare il cuore degli uomini e generare l’amore in chiunque lo fiuti. La sua creazione avrebbe tolto valore a qualsiasi altro profumo e sarebbe diventata rappresentazione di pura bellezza. Successivamente l’ambizione di Grenouille lo portò a dirigersi dalla popolosa a fetida Parigi verso la solitudine più estrema, ovvero sulla cima del massiccio centrale dell’Auvergne. Al suo ritorno, sette anni più tardi, venne coinvolto come prova , a causa della sua condizione fisica, a sostegno della teoria elaborata dal marchese Taillade-Espinasse: il “fluidum letale”. Taillade sosteneva che le energie vitali di ogni essere vivente, poste a contatto con la terra, provocassero la putrefazione del corpo e la conseguente morte dell’individuo. Tappa finale del viaggio di Grenouille fu la città Grasse: la Roma dei profumi e la terra promessa dei profumieri. Situata nell’entroterra della Costa Azzurra la città incantò ed ispirò numerosi pittori, poeti, filosofi, scrittori e famosi registi. In questo centro, considerato la capitale mondiale del profumo, è possibile osservare le più antiche botteghe profumiere di Francia e conoscere ed ammirare i processi di produzione delle essenze. E’ possibile inoltre visitare la raccolta di antichi flaconi, disegnati da celebri Maestri Vetrai; essi raccontano la storia del profumo dall’antico Egitto ai giorni nostri. Ogni stagione ha il suo profumo e la maggior parte delle fragranze, compreso il celebre Chanel n°5, sono ancora oggi elaborati a Grasse.

Proprio in questa città Grenouille trascorse la parte più importante della sua vita. Protetto dalle sue profumate creazioni, che cambiava come abiti a seconda delle esigenze, il giovane era in grado di suscitare le reazioni necessarie (discrezione, compassione, rozzezza, disgusto) per mettere a punto il suo diabolico progetto: dominare gli uomini. Dopo una serie di omicidi a danno di giovani e belle ragazze, Grenouille riuscì a creare il profumo perfetto, che gli permetteva di soggiogare l’umanità.

L’essenza modello tuttavia, costò la vita dello stesso protagonista: indossandola egli si trasformò in una specie di angelo, in grado di emanare un trascinante ed irresistibile turbine di passione al quale nessuno riusciva ad opporsi. Grenouille muore ucciso brutalmente smembrato da una folla di parigini.

  • torna all’indice della tesina interdisciplinare Il profumo di Elena Squellerio VA a.s. 2007/2008

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: