Il seme

progetto in formato misto (con espansioni on-line, letture, canzoni e attività multimediali) per l’insegnamento della Religione Cattolica nella Scuola primaria

Guida per gli insegnanti

Premessa

Il SEME”, (Immedia editrice) progetto in formato misto per l’insegnamento della Religione Cattolica nella Scuola primaria,  è nato grazie al contributo di numerosi insegnanti che ho avuto la fortuna dincontrare nel mio cammino professionale e con i quali ho avuto modo di allacciare  una collaborazione cos’ fattiva da permettermi di raccogliere e riordinare proposte didattiche realizzate e verificate sul campo nell’arco di diverso tempo e in più classi di scuola primaria. Infatti esso nasce come sviluppo di un quaderno di Diesse pubblicato nel 93, uno strumento di lavoro per gli insegnanti che si era precisato anche grazie a incontri di aggiornamento in alcune città: Torino, Milano, Varese, Lecco, ecc.

La finalità del percorso proposto dal testo IL SEME”  è quella  di accompagnare i bambini a scoprire i tratti essenziali del fatto cristiano nella sua integralità, pur nello sforzo di presentarlo in modo elementare, in considerazione della loro età.

Ho accettato questa sfida, perché l’esperienza dinsegnamento ha reso evidente come i bambini, pur nell’immaturità di strumenti intellettuali e verbali, che esige un metodo di approccio adeguato, manifestano lo stesso bisogno di significato e di compimento totale, di noi adulti.

Ciò trova conferma nei Traguardi per lo sviluppo delle Competenze:

Il confronto esplicito con la dimensione religiosa dell’esperienza umana svolge un ruolo insostituibile per la piena formazione della persona”.

Il metodo pedagogico utilizzato si ispira ai criteri dell’implicito e del concreto: i significati e i valori non vengono presentati in astratto, ma sempre attraverso biografie e narrazioni, soprattutto evangelici, particolarmente efficaci rispetto all’età degli alunni della Scuola primaria.

Le definizioni formali vengono fornite solo dopo aver condotto gli alunni alla riflessione sullesperienze concrete del loro vissuto.

Lapproccio circolare del Testo è suggerito dai tempi liturgici, ma soprattutto dall’esperienza pedagogico-didattica, che consiglia di presentare globalmente un contenuto, cioè in maniera unitaria, per poi approfondirlo in tappe successive, cogliendone le sue parti e le sue connessioni; principio indicato anche nellart. 1 della Legge 53/2003:  

Rispettare i ritmi dell’età evolutiva, proponendo percorsi didattici articolati secondo il principio della progressività ciclica“.

Nella realizzazione di questo corso di IRC ho tenuto conto delle Indicazioni nazionali vigenti, relative anche agli obiettivi delle discipline antropologiche, che hanno subito profonde trasformazioni, in quanto distribuiti tra la Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado.

Nella messa a punto del percorso e della sua scansione temporale ho accolto le Raccomandazioni” del servizio Nazionale IRC della CEI (luglio 2004):

In quest’ottica si rileva come lIRC vada proposto con sempre più attenzione () allinterdisciplinarità  o al necessario raccordo con tutte le altre discipline e ambiti disciplinari presenti nel piano di studi dell’alunno”.

Per questo motivo, ad esempio, la conoscenza del popolo ebraico viene affrontata nella classe IV, e non in classe terza, per favorire un raccordo con gli OSA di Storia. 

Il confronto con le altre espressioni religiose prende avvio dal bisogno naturale dell’uomo di stabilire un rapporto con Dio.

La conoscenza delle altre confessioni religiose, nei loro elementi storici e rituali propri, viene approfondita nelle classi 4a e 5a, età nella quale il bambino possiede categorie spazio-temporali più solide.

Tuttavia, l’apertura del messaggio evangelico verso tutti e l’accoglienza della persona nel suo valore unico e irripetibile e nella sua diversità, fanno parte integrante del percorso.

Il progetto IL SEME” è cos’ articolato:

 

per il monoennio e il primo biennio:

·        Il SEMEtesto in formato misto destinato alla classi prima, seconda e terza di  pag. 96

·        Il SEMEQuaderno operativo  per le classi prima, seconda e terza di pag. 80

·        La Guida per il Docente corredata da due CD :

1. contenente le canzoni e i passi integrali della Bibbia che sono riportati e a cui si fa riferimento nel esplicito nel testo.

2. contenente le espansioni multimediali su alcuni argomenti

Per il secondo biennio

·        Il SEMEtesto in formato misto destinato alla classi quarta e quinta pag.  96

·        Il SEMEQuaderno operativo  per le classi quarta e quinta pag. 80

N. B. Testo e  Quaderno operativo, in entrambi i casi, sono fisicamente uniti, per una  maggiore praticità e per rendere ancora più agevole la consultazione del primo in modo da poter svolgere con precisione le attività suggerite dal secondo.

·        La Guida per il Docente corredata da due CD :

1. contenente le canzoni e i passi integrali della Bibbia che sono riportati e a cui si fa riferimento nel esplicito nel testo.

2. contenente le espansioni multimediali su alcuni argomenti

I canti che si trovano nel CD  sono stati scelti per il loro contenuto, che permette di introdurre o di sottolineare in modo più preciso l’argomento proposto.

Un chiaro rimando sulle pagine del libro indica il titolo della canzone e la sua  presenza nel CD. Nel testo o nel Quaderno operativo, sono riportate le parole dei vari canti, in modo che gli alunni possano impararle e cantarle accompagnanti dal coro.

Il canto, infatti, favorisce il coinvolgimento dei bambini e, insieme alla presentazione di opere d’arte e di immagini naturalisticamente significative, si inserisce nel tentativo di stimolare il gusto estetico e di far leva sulla bellezza come elemento fondamentale del fenomeno religioso.

In particolare ho cercato di valorizzare la storia dell’arte, con immagini di artisti (Giotto, Duccio di Buoninsegna, Caravaggio  e altri) che i bambini imparano a conoscere nel loro linguaggio e nella loro simbologia, com’è sottolineato anche nei Traguardi per lo sviluppo delle Competenze:

Vista la ripartizione delle discipline dinsegnamento in tre distinte aree disciplinari, l’insegnamento della religione cattolica si colloca nell’area linguistico-artistica-espressiva (). In tale contesto si collocano gli strumenti per cogliere, interpretare e gustare le espressioni culturali e artistiche offerte dalle diverse tradizioni religiose ().”

Il CD per l’ascolto di alcune pagine della Bibbia è stato realizzato per cercare di conciliare la difficoltà da parte dei bambini di leggere autonomamente lunghi testi con il raggiungimento di uno dei Traguardi per lo sviluppo delle competenze:

Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e documento fondamentale della nostra cultura (); identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell’analisi delle pagine più accessibili, per collegarle alla propria esperienza”.

L’autrice

Maria Michela  Romagnoli

per adottare questo libro:

  • Catalogo scuola primaria

  • Relazione per l’adozione